Parkinson e disturbi del sonno, una nuova ricerca trova il collegamento: «Primo passo verso la cura»

Gli studi hanno scoperto che fino al 41% dei pazienti con morbo di Parkinson sperimenta il disturbo comportamentale del sonno REM prima della diagnosi. Il 65-75% di questi pazienti sono uomini

Parkinson e disturbi del sonno, una nuova ricerca trova il collegamento: «Primo passo verso la cura»
3 Minuti di Lettura
Venerdì 29 Aprile 2022, 20:48 - Ultimo aggiornamento: 2 Maggio, 14:12

Una nuova ricerca sul Parkinson è stata annunciata come «primo passo» verso la cura e la prevenzione della malattia. Lo studio, guidato dalla Parkinson's Progression Markers Initiative e finanziata dalla Michael J. Fox Foundation, sta lavorando per stabilire una connessione concreta tra il Parkinson e il disturbo del comportamento del sonno REM, o RBD, che induce una persona ad «agire fisicamente in modo vivido, facendo spesso sogni spiacevoli» durante il sonno profondo.

Putin ha un tumore o il Parkinson? I fedelissimi negano, ma i suoi impegni rivelano le condizioni reali

Lo studio

Gli studi hanno scoperto che fino al 41% dei pazienti con morbo di Parkinson sperimenta il disturbo comportamentale del sonno REM prima della diagnosi. Il 65-75% di questi pazienti sono uomini. I ricercatori sperano che questa connessione possa aiutare a sapere di più sulla malattia. «Le persone che convivono con il disturbo comportamentale del sonno REM possono aiutare i ricercatori a capire come e perché il Parkinson si manifesta fin dai primi momenti, così da poter lavorare per arrivare alla cura e persino prevenire l'insorgenza della malattia», ha affermato la dott.ssa Rachel Dolhun, capo delle comunicazioni mediche per la Michael J. Fox Foundation. «È uno dei primi passi verso la cura e la prevenzione del Parkinson, una cosa che non possiamo fare oggi», le sue parole.

Il morbo di Parkinson è attualmente incurabile e non c'è modo di diagnosticare la condizione attraverso esami del sangue o di laboratorio. La diagnosi si basa principalmente sui sintomi clinici, su come si presenta e sulla storia della malattia nel paziente. Si stima che circa 1 milione di persone negli Stati Uniti siano colpite dal Parkinson, secondo la Michael J. Fox Foundation. Il morbo di Parkinson si verifica quando le cellule nervose nell'area del cervello che controllano i movimenti e rilasciano la dopamina chimica cerebrale si deteriorano e/o muoiono, secondo il National Institutes of Health.

© RIPRODUZIONE RISERVATA