CORONAVIRUS

Covid, allarme dell'Oms: «Stime dei contagi errate, infettato almeno il 10% della popolazione mondiale»

Lunedì 5 Ottobre 2020
2
Covid, l'Oms avverte: «Stime dei contagi errate, infettato almeno il 10% della popolazione mondiale»

Questione di numeri. Un iceberg di casi di Covid non ancora emerso. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, centinaia di milioni di persone potrebbero essere già state infettate dal nuovo coronavirus, ben più dei circa 35 milioni censiti dai conteggi ufficiali. «Le nostre migliori stime attuali ci dicono che circa il 10% della popolazione mondiale potrebbe essere stato infettato da questo virus», ha detto oggi a Ginevra il capo delle operazioni di emergenza dell'Oms Mike Ryan all'Executive Board dell'Agenzia delle Nazioni Unite.

Covid, lo studio: meno morti e casi gravi in zone con più vaccini anti influenza

Covid, Ranieri Guerra (Oms): «Tutti dovranno vaccinarsi o sistema sanitario a forte stress»

Vaccino Covid, Burioni: «Per la prima volta rese note le procedure, così vedremo se funzionerà»

Covid, allarme dell'Oms: «Trend grave in Europa, nuovi casi superano quelli di marzo»
 

 

Attualmente sul nostro pianeta vivono 7,8 miliardi di persone, secondo le statistiche delle Nazioni Unite. Ma la percentuale di soggetti con Covid-19 varia tra i Paesi, tra le città e le aree urbane e tra i gruppi sociali, ha detto Ryan. Anche se il numero reale di casi è probabilmente molto più alto di quelli riportati, la stima dell'Oms significa che la stragrande maggioranza delle persone non ha anticorpi ed ancora a rischio di contrarre Covid-19, ha sottolineato Ryan.
 

Video

Ultimo aggiornamento: 19:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA