BOLLETTINO

Covid Italia, bollettino 6 febbraio: 13.442 casi e 385 morti. Calano indice di positività, terapie intensive e ricoveri

Sabato 6 Febbraio 2021
1
Covid Italia, bollettino oggi 6 febbraio 2021

Covid Italia, il bollettino del 6 febbraio 2021. Nelle ultime 24 ore sono stati 13.442 - in lieve calo rispetto ai 14.218 di ieri - i test positivi al coronavirus registrati in Italia, secondo il monitoraggio quotidiano del ministero della Salute. Le vittime sono 385, sette in più di ieri. Sono stati 282.407 i test (tamponi molecolari e antigenici) effettuati nelle ultime 24 ore in Italia (circa 12mila in più di ieri), con un tasso di positività del 4,7% (ieri era stato del 5,2%). Le persone ricoverate in terapia intensiva in Italia per il Covid sono 2.110, 32 in meno rispetto a ieri, nel saldo tra entrate ed uscite. Gli ingressi giornalieri sono stati 144. I ricoverati con sintomi sono invece 19.408, 167 in meno di ieri. 

SCARICA IL BOLLETTINO IN PDF --> CLICCA QUI

Con quelle delle ultime 24 ore, le vittime complessive positive al Covid in Italia salgono a 91.003, mentre i contagiati totali sono 2.625.098. Gli attualmente positivi sono scesi a 427.034 (-2.084 rispetto a ieri), i guariti e i dimessi 2.107.061 (+15.138), mentre in isolamento domiciliare ci sono 405.516 persone (-1.885).

 

I dati delle Regioni

 

Lombardia

A fronte di 36.092 tamponi effettuati, sono 1.923 i nuovi positivi nelle ultime 24 ore in Lombardia (5,3%). Diminuiscono i ricoverati in terapia intensiva (-5) e nei reparti (-9) mentre i morti sono stati 50 (totale complessivo: 27.395). Per quanto riguarda le province, i nuovi casi sono a Milano: 515 di cui 230 a Milano città, a Bergamo 146, a Brescia: 369. A Como sono invece 105, 38 a Cremona, a Lecco 78, a Lodi 35, a Mantova 81, in Monza e Brianza 218, a Pavia 145, 37 a Sondrio e a Varese 100.

 

 

Campania

È in calo la curva dei contagi in Campania. Secondo i dati delle ultime 24 ore dell'Unità di Crisi regionale i positivi sono 1.546 (di cui 147 casi identificati da test antigenici rapidi) e 80 sono sintomatici, su 19.325 tamponi effettuati (3001 antigenici). Il rapporto positivi/test scende all'8% dal 9,84% precedente. I deceduti sono 9, i guariti 616. I posti letto di terapia intensiva occupati sono in crescita, 108 (103 precedenti), su una disponibilità di 656. In aumento anche i posti di degenza occupati che sono 1.499 (su una disponibilità di 3.160).

 

Emilia-Romagna

Sono 1.383 - 225.545 dall'inizio dell'epidemia - i nuovi casi di positività al coronavirus registrati in Emilia-Romagna nelle ultime 24 ore. Dei nuovi contagiati - spiega la Regione - 585 sono asintomatici individuati nell'ambito delle attività di contact tracing e screening. La situazione sul fronte provinciale vede in testa Bologna con 344 nuovi casi seguita da Rimini con 191, poi Modena (181), Reggio Emilia (122), Ferrara (104), Cesena (86), Ravenna (84), Imola (81), Piacenza (73), Parma (61) e Forlì (56). Da ieri sono stati effettuati 15.016 tamponi molecolari, cui si aggiungono anche 283 test sierologici e 13.380 tamponi rapidi. Le persone guarite sono 1.825 in più rispetto a ieri - per un computo complessivo che raggiunge quota 173.085 - mentre i casi attivi, cioè i malati effettivi, sono 486 in meno rispetto a ieri per un totale di 42.648: di questi, le persone in isolamento a casa, sono complessivamente 40.509 (-453 rispetto a ieri).

Nel corso delle ultime 24 ore si sono registrati 44 decessi, compresi tra i 57 anni di un uomo nel Bolognese e i 99 anni di una donna nel Ravennate. Dall'inizio dell'epidemia le morti in regione sono state 9.812. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 183, uno in più rispetto a ieri e 1.956 quelli negli altri reparti Covid, 34 in meno rispetto a ieri. Sul fronte della campagna vaccinale, che in questa prima fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, per poi proseguire con gli ultraottantenni assistiti a domicilio - alle 14 sono state somministrate, complessivamente 251.251 dosi, di cui 4.767 oggi. Il conteggio progressivo delle somministrazioni effettuate si può seguire in tempo reale sul portale della Regione Emilia-Romagna dedicato: con la nuova versione aggiornata è ora possibile sapere anche quante sono le seconde dosi somministrate.

 

Lazio

Oggi su oltre 10 mila tamponi nel Lazio (-754) e oltre 17 mila antigenici per un totale di quasi 28 mila test, si registrano 1.014 casi positivi (-127), 38 morti (+2) e +1.354 i guariti. Diminuiscono i casi e le terapie intensive, mentre aumentano i decessi e i ricoveri. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 9%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende a 3%. I casi a Roma città scendono sotto quota 500. «Voglio lanciare un appello al rispetto del distanziamento e all’utilizzo della mascherina altrimenti ci troveremo costretti di nuovo a applicare misure restrittive», dice l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato.

Lazio zona gialla, il bollettino di oggi 6 febbraio: 1.014 casi e 38 morti. D'Amato: «Mascherine e distanze o nuove restrizioni»

 

 

Puglia

Oggi in Puglia sono stati registrati 926 casi positivi, su 9.830 test per l'infezione da Covid-19, e 31 decessi. Oggi, dunque, il rapporto tra nuovi casi e test analizzati scende al 9,42% contro il 12,2% di ieri quando sono stati registrati 1.215 positivi. I casi odierni sono stati rilevati 296 in provincia di Bari, 77 in provincia di Brindisi, 88 nella provincia BAT, 170 in provincia di Foggia, 108 in provincia di Lecce, 187 in provincia di Taranto. I 31 decessi sono avvenuti 6 in provincia di Bari, 8 in provincia BAT, 2 in provincia di Brindisi, 8 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Lecce, 4 in provincia di Taranto, 1 fuori regione. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.366.157 test; 73.859 sono i pazienti guariti, 51.075 sono i casi attualmente positivi.

 

Veneto

La settimana in Veneto si chiude con un rialzo dei nuovi casi di Covid-19 registrati dal sistema sanitario regionale: sono 831 nelle ultime 24 ore, che portano il totale a 316.340 malati. Aumentano rispetto a ieri anche i decessi, che sono 63 in più, con il totale a 9.253 dall'inizio della pandemia. Prosegue invece la discesa dei dati clinici, con 1.655 ricoverati nei reparti non critici, 91 in meno rispetto a ieri. Le terapie intensive scendono sotto quota 200, con 195 pazienti Covid, 15 in meno nelle ultime 24 ore.

 

Piemonte

Ricoverati in calo negli ospedali piemontesi: - 7 in terapia intensiva dove il totale scende a 140, - 14 negli altri reparti (2007). Sono i dati diffusi dall'Unità di crisi della Regione. Il bollettino giornaliero criporta nuovi 717 casi positivi, su un totale di 19.359 tamponi (13.121 antigenici). Il rapporto positivi/tamponi è del 3,7%, la quota di asintomatici 39.3%. I morti sono 21 (nessuno relativo a oggi). Le persone in isolamento domiciliare sono 10.018, i guariti +709.

 

Toscana

Sono 708 i nuovi positivi al Covid (691 confermati con tampone molecolare e 17 da test rapido antigenico) in Toscana, che portano il numero totale dei casi a 137.950 dall'inizio della pandemia da coronavirus. I nuovi casi sono lo 0,5% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,4% e raggiungono quota 123.389 (89,4% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 10.587 tamponi molecolari e 6.216 tamponi antigenici rapidi, di questi il 4,2% è risultato positivo. Sono invece 7.833 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 9% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 10.265, +1,7% rispetto a ieri. I ricoverati sono 752 (4 in più rispetto a ieri), di cui 109 in terapia intensiva (4 in più). Oggi si registrano 11 nuovi decessi: 4 uomini e 7 donne, con un'età media di 88,2 anni. Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione civile nazionale - relativi all'andamento dell'epidemia in regione.

 

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 5.701 tamponi molecolari sono stati rilevati 309 nuovi contagi con una percentuale di positività del 5,42%. Sono inoltre 6.241 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 104 casi (1,66%). I decessi registrati sono 17, a cui se ne aggiungono altri 8 antecedenti il 4 febbraio; si riducono i ricoveri nelle terapie intensive (63) così come quelli in altri reparti (533). Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.

 

Abruzzo

Continuano a peggiorare i numeri dell'emergenza coronavirus in Abruzzo. Sono 509 i nuovi casi accertati nelle ultime ore. Si tratta, dopo quello di giovedì, del dato più alto dalla fine di novembre a oggi. Sono emersi dall'analisi di 4.967 tamponi molecolari: è risultato positivo il 10,25% dei campioni analizzati. In aumento i ricoveri, che passano dai 501 di ieri ai 510 di oggi, con le terapie intensive che tornano ai valori della metà di dicembre. Dei nuovi positivi, il più giovane ha 2 anni e il più anziano 90. In aumento gli attualmente positivi, 326 in più, per un totale di 10.552 persone: 461 pazienti sono ricoverati in ospedale in area medica (+8) e 49 sono in terapia intensiva (+1). Gli altri 10.042 sono in isolamento domiciliare (+317). I guariti delle ultime ore sono 178, per un totale di 32.918 persone.

 

Liguria

Sono in calo, in Liguria, il numero dei nuovi casi di positività al Covid19. Secondo il quotidiano bollettino emesso da Regione Liguria sulla base dei dati flusso Alisa-Ministero, i nuovi positivi sono 276 su 3.850 tamponi molecolari e 2.526 test antigenici processati. La percentuale tra positivi e tamponi e del 4,32%. È ancora la zona della Asl 3 Genova ad avere il maggior numero di casi (94) seguita da Asl1 Imperia (64), Asl5 La Spezia (51), Asl 2 Savona (44) e Asl4 Tigullio (19). Quattro casi non sono riconducibili alla residenza in Liguria. In calo anche gli ospedalizzati che oggi sono 670, 23 in meno rispetto a ieri. 61 i pazienti in Intensiva. Ancora alto il numero delle persone decedute: oggi ne sono segnalate 28, di età compresa tra i 48 e i 97 anni. Le persone in isolamento domiciliare sono 130 (3.924 da inizio pandemia) mentre in sorveglianza attiva ci sono ancora 5.709 persone. Per quanto riguarda i dati della campagna vaccinale, sui 95.620 vaccini consegnati sono state somministrate 73.237 dosi, pari al 77%. A ieri hanno completato il ciclo vaccinale con l'inoculazione della seconda dose 29.471 persone.

 

Umbria

Balzo dei ricoverati per Covid in Umbria nelle ultime 24 ore: secondo i dati della Regione aggiornati al 6 febbraio, sono 458, quindici in più di ieri, dei quali 70 (quattro in più) quelli in terapia intensiva. I nuovi contagi sono 351. Segnalati altri otto morti, dopo i dieci di ieri (831 in tutto). I guariti sono 159 e gli attualmente positivi salgono a 6.582. I tamponi molecolari analizzati nell'ultimo giorno sono 4.270 (616.821 quelli eseguiti dall'inizio della pandemia), con un tasso di positività dell'8,2%, e i test antigenici sono 4.679 (50.339 in tutto).

 

Sardegna

Centoventicinque nuovi contagi e sei morti (1.016 in tutto) nelle ultime 24 ore in Sardegna. È quanto rileva l'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale. Salgono così a 39.373 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati nell'isola dall'inizio dell'emergenza. In totale sono stati eseguiti 599.083 tamponi, per un incremento complessivo di 2.754 test rispetto al dato precedente. Il rapporto casi positivi-tamponi eseguiti segna un tasso di positività del 4,5%. Sono invece 394 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (-9 rispetto al dato di ieri), mentre sono 31 (+2) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 14.223. I guariti sono complessivamente 23.476 (+173), mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell'Isola sono attualmente 229. Sul territorio, dei 39.373 casi positivi complessivamente accertati, 9.091 (+26) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 6.336 (+16) nel Sud Sardegna, 3.315 (+15) a Oristano, 7.870 (+16) a Nuoro, 12.761 (+52) a Sassari.

 

Basilicata

In Basilicata ieri sono stati analizzati 1.181 tamponi molecolari: 87 sono risultati positivi al coronavirus, ma solo 82 appartengono a residenti in regione. Lo ha reso noto la task force regionale, specificando che nelle ultime 24 ore sono stati registrati sei decessi (cinque di residenti in Basilicata), con il totale delle vittime lucane salito a 326. Sono 85 (ieri erano 86) le persone ricoverate negli ospedali, delle quali però solo una in terapia intensiva, al San Carlo di Potenza. A seguito «di verifica e riallineamento tra le piattaforme della Regione Basilicata e dell'Istituto superiore di Sanità, sono state registrate - è scritto nel comunicato - ulteriori 97 guarigioni relative al periodo antecedente, in precedenza non conteggiate» e di conseguenza, con le 46 registrate nelle ultime 24 ore, il numero dei lucani attualmente positivi è sceso da 3.124 a 3.058 (2.973 in isolamento domiciliare). Dall'inizio dell'epidemia in Basilicata sono stati analizzati 215.657 tamponi molecolari, 199.758 dei quali sono risultati negativi e sono state testate 132.669 persone.

 

Ultimo aggiornamento: 22:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA