A tavola, quanto sale
e quale sale

A tavola, quanto sale e quale sale
1 Minuto di Lettura
Lunedì 16 Settembre 2013, 16:28 - Ultimo aggiornamento: 24 Ottobre, 22:39

ROMA Sebbene il sale sia causa di ritenzione idrica e dell'aumento della pressione sanguigna, senza non si può vivere. Lo iodio che contiene è fondamentale per lo sviluppo del nostro organismo e per assolvere le funzioni primarie che il corpo richiede. Ma come ogni cosa, va utilizzato con parsimonia.

Basta per esempio provare le svariate tipologie ormai presenti in commercio (da quello rosa dell’Himalaya al nero delle Hawaii, dai cristalli di sale di Maldon e quello grezzo delle spiagge della Camargue), per dimezzarne l’utilizzo e godere del delicato sapore. Preparare un sale aromatizzato a casa non è poi così difficile e cambierà il sapore dei vostri piatti esaltandone il gusto.

Ecco come preparare quello alle erbe. Tritate 400 g di sale grosso con un paio di rametti di timo, qualche ago di rosmarino, un paio di foglie di salvia, un paio di alloro e uno spicchio di aglio. Lasciatelo asciugare per bene e poi utilizzatelo per cuocere la carne, bianca o rossa che sia: il cambiamento di sapore sarà notevole.
L'importante è che non eccedere nelle quantità: la dose di sale consigliato è di 6 g al giorno, l’equivalente di un cucchiaino da te.

© RIPRODUZIONE RISERVATA