Languorino? Come evitare l'abbuffata:
dal lavarsi i denti al chewing gum

Giovedì 20 Marzo 2014
ROMA A chi non capita a metà mattina o nell'arco del pomeriggio di sentire la pancia brontolare ? E' il segnale che il tanto temuto “languorino” è in agguato. E con esso la tentazione di buttarsi su alcuni snack o merendine che fanno altro che riempirci di calorie grassi.
Ecco le strategie consigliate dalla Società italiana di medicina generale nel suo quotidiano di prevenzione on line “Il ritratto della salute” per non cedere e restare in forma

SALATO CHE PASSIONE

Affidatevi a un paio di cracker integrali, non salati in superficie, due carote crude o un piccolo frutto. Oppure spegnere l'appetito con con una fetta di psociutto o una scheggia di parmigiano.

VOGLIA DI DOLCE

Se invece si è un “tipo dolce” lasciare perdere le merendine e buttarsi su frutti di bosco ( lamponi 34 cal per 100 gr, fragole 27, more 36 e mirtilli 25) o una mela

IL CHEWING GUM

Mettere per un quarto d'ora un chewing gum sotto i denti tiene a bada lo stimolo della fame

VENTI MINUTI

Se il languorino è di tipo nervoso, trattenersi. Come è arrivato, passerà in una ventina di minuti.

LAVARSI I DENTI

Ricorrere allo spazzolino da denti è un trucco geniale: il sapore di dentifricio fa passare la voglia di mangiucchiare.

CAMMINARE

All'arrivo del languorino andare a fare due passi se si può: il senso di fame si attenuerà con una camminata a paso svelto di un quarto d'ora

OCCHIO ALLA DISPENSA

Fare in modo di avere sempre in casa qualche cibo poco calorico da mandar giù mentre si cucina come finocchi, pomodorini, cetrioli, carote, sedano

INTEGRATORI

Gli integratori a base di fibra alimentare possono aiutare a sentire meno l'effetto dell'appetito, ma solo se associati a una dieta ipocalorica
Ultimo aggiornamento: 22 Marzo, 19:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA