ROMA

Dalla Barcaccia ad Atalanta-Lazio, ogni anno costi per due milioni

Giovedì 18 Luglio 2019 di Camilla Mozzetti
Dalla Barcaccia ad Atalanta-Lazio, ogni anno costi per due milioni
Sforzi ingenti soprattutto durante le partite di calcio, che molte volte, per il clima che viene a crearsi, per gli incidenti e per i tafferugli che ne nascono, mettono anche a rischio l'incolumità degli agenti. E che pur tuttavia, fino ad oggi, sono stati coperti, sul fronte delle spese per garantire la viabilità, direttamente dal Campidoglio. Anche se poi ad organizzare l'evento in questione era un soggetto terzo. È questa la sintesi del ragionamento elaborato dall'amministrazione di Virginia Raggi, che ha prodotto la delibera di Giunta sul nuovo Regolamento per l'impiego della polizia locale durante eventi ad altissima partecipazione di pubblico.

LE SPESE
Vigili, in sostanza, chiamati a regolare il traffico che provano a far defluire le auto senza provocare intoppi alla viabilità e che, però, finiscono al centro di scontri veri e propri. Roma Capitale è questo il conto elaborato dall'amministrazione per il servizio reso dai vigili allo stadio spende ogni anno all'incirca 2 milioni di euro. Vivendo poi nel rischio che qualche agente è questa la riflessione possa anche rimanere ferito. Come è successo, del resto, nell'ultima finale di Coppa Italia.

I CASI
Prima della partita dello scorso maggio, un altro appuntamento ad alto rischio si era disputato sempre all'Olimpico a febbraio. Siviglia contro Lazio nel match di Europa League. Anche in quell'occasione i blocchi più violenti delle due tifoserie erano arrivati allo scontro ben prima del fischio di inizio con risse e feriti la sera precedente al Rione Monti. Nel giorno della partita, come di consueto, Roma Capitale schierò più di 150 agenti per regolare il traffico e gestire le chiusure intorno all'Olimpico, prevedendo moltissimi straordinari. Ogni grande match alla fine costa alle casse già consunte del Comune cifre che oscillano tra i 60 mila e i 100 mila euro. E tanti ne furono spesi quando gli ultrà del Feyenoord a febbraio del 2015, prima di giocare contro la Roma nel match valevole per l'andata dei sedicesimi di Europa League, misero a ferro e fuoco il Centro della Capitale provocando anche diversi danni a monumenti celebri come la Barcaccia del Bernini di piazza di Spagna. Durante la partita i vigili urbani furono chiamati ovviamente a fare il loro lavoro.

Il problema, però, secondo il Campidoglio è che a pagare è sempre stata l'amministrazione. Ora si prova a cambiare passo anche se già esiste una legge nazionale che impone dal 2017 di far leva sui privati per i costi della municipale durante determinati eventi. Le società sportive, ma anche gli organizzatori di molti concerti, dovranno farsene una ragione. Ma non è detto che tutto filerà liscio. Proprio le società calcistiche, infatti, potrebbero opporsi alla decisione giacché già si occupano di coprire tutti i costi per la sicurezza interna all'Olimpico e nelle immediate vicinanze degli ingressi allo stadio.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vacanze con i figli: ostaggi della trap in auto e pure delle dritte degli youtuber

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma