Roma, contromano sull'Ostiense: inseguito dalla polizia butta la droga dal finestrino, preso pusher

di Mirko Polisano

Una corsa contromano sulla via Ostiense e lo stupefacente gettato dal finestrino lungo i canali a margine della carreggiata. Scene da film, ieri pomeriggio, a fare da sfondo alla brillante operazione anti-droga portata a termine dalla polizia di Ostia. Gli uomini del commissariato Lido hanno arrestato un pregiudicato di 32 anni e un suo complice che hanno seminato il panico sulla via del Mare e via Ostiense a bordo di un'auto poi risultata rubata. 

I FATTI
Un'operazione frutto dell'attività di controllo effettuata sulle zone di spaccio del litorale dagli agenti del commissariato, alla guida del dirigente Eugenio Ferraro. I poliziotti durante un posto di blocco in via dell'Idroscalo sono stati attirati da un'auto sospetta, una vecchia Mercedes a cui gli agenti intimano l'alt. L'uomo alla guida però non si ferma ma forza il posto di blocco. Accelera a tutto gas: ne nasce un inseguimento per le strade di Ostia. Via Zotti, via delle Casana, via delle Azzorre. I poliziotti non perdono di vista l'auto, nonostante chi è al volante si curi poco di rispettare semafori e segnaletiche. 

IL PANICO
D.A., queste le iniziali dell'uomo, sa di essere braccato. La polizia gli è alle costole ma non cambia il suo piano. Anzi. Tenta di speronare le volanti del 113 e, a velocità massima imbocca la via Ostiense. Nasconde qualcosa, molto probabilmente droga. All'altezza della multisala Cineland, la pattuglia - in tutta sicurezza per gli altri automobilisti - sbarra la strada alla Mercedes, bloccandola. Gli occupanti dell'auto così si danno alla fuga a piedi. Alcuni passanti hanno assistito alla scena e hanno notato che l'uomo avrebbe gettato qualcosa di colore nero a terra. Forse un sacchetto di cocaina. A chi era destinata? E per conto di chi stava spacciando il 32enne? Domande a cui a breve giro gli inquirenti sapranno dare le giuste risposte. Al vaglio degli investigatori, infatti, c'è il passato dell'uomo che ha una serie infinita di precedenti penali che vanno dal furto - reato in cui è specializzato - alla vendita di droga. Un mercato sempre appetibile quello degli stupefacenti a Ostia e dintorni. L'uomo è residente nel quartiere dei Monti San Paolo ad Acilia e non è escluso che possa prendere la droga ad Acilia per spacciarla sulla piazza di Ostia, o viceversa. 

LA REAZIONE
Quando D.A. viene bloccato dagli agenti del Lido, l'uomo risponde aggredendo i poliziotti. Per questo dovrà rispondere anche di resistenza a pubblico ufficiale. Il 32enne sarà giudicato per direttissima. La polizia di Ostia analizzerà anche il telefono dell'uomo per capire chi aveva contattato e da chi è stato contattato prima dell'inseguimento per le strade di Ostia. Gli agenti feriti sono stati medicati e giudicati guaribili nel giro di una settimana. 
 

ALTRE FOTOGALLERY DELLA CATEGORIA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani