Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Omar, ritrovato il corpo del ragazzo annegato a Nettuno: la corrente lo aveva trascinato al largo

Omar, ritrovato il corpo del ragazzo annegato a Nettuno: la corrente lo aveva trascinato al largo
di Ivo Iannozzi
2 Minuti di Lettura
Giovedì 2 Giugno 2022, 17:03 - Ultimo aggiornamento: 22:18

NETTUNO - Dopo quattro giorni di ricerche ininterrotte, è stato il mare a restituire il corpo del diciassettenne egiziano annegato nel pomeriggio di domenica scorsa dopo essersi tuffato davanti alla spiaggia libera alle spalle del Santuario a Nettuno. Sono stati i componenti dell’equipaggio di una imbarcazione in transito, a circa cinque miglia a largo della costa di Lavinio, ad individuare questa mattina, intorno alle 10, il corpo di Omar. Immediate sono scattate le operazioni di recupero della salma. I mezzi di soccorso della Capitaneria di porto di Anzio hanno raggiunto il punto del ritrovamento, recuperando il corpo dello sfortunato ragazzo che è stato trasportato al porto di Anzio dove l’autorità giudiziaria ne ha disposto la riconsegna ai familiari. Sono stati i genitori del giovane a fare il riconoscimento nell’obitorio dell’ospedale “Riuniti” di Anzio. Un epilogo drammatico per una tragedia che per quasi quattro giorni ha impegnato nelle ricerche in mare uomini e mezzi di Guardia costiera, Vigili del fuoco, Polizia di stato, carabinieri, Aeronautica militare e Protezione civile.

 
 

Bambina di due anni cade in piscina alla festa di matrimonio, salvata da cameriera con un massaggio cardiaco

© RIPRODUZIONE RISERVATA