ROMA

Ucciso Diabolik, ultrà laziale. Il testimone: «Ho visto fuggire il killer»

Mercoledì 7 Agosto 2019
Ucciso Diabolik, ultrà laziale. Il testimone: «Ho visto fuggire il killer»

«L'ho visto scappare. È corso su questa via e ha girato lì. C'era uno che lo aspettava dietro la curva. Ma tanto 'ndò va? E pieno di telecamere, lo trovano. Me l'hanno garantito, lo trovano». Così all'Adnkronos un testimone dell'omicidio di Fabrizio Piscitelli. La polizia, che gli ha chiesto di andare a deporre, gli ha assicurato che prenderanno il killer di Diabolik. Le telecamere in via Lemonia, all'altezza del civico 256, a Roma, hanno ripreso la sua fuga, sebbene abbia agito con il volto coperto, e l'assassino potrebbe avere le ore contate.

Morto Diabolik, ultrà laziale ucciso in agguato a Roma: colpo di pistola alle spalle in un parco. Indaga anche la Dda

Roma, morto Diabolik: chi era l'ultrà laziale
 

Testimoni: «Fabrizio era seduto sulla panchina insieme a una persona, è arrivato il killer vestito da runner e ha sparato». «Fabrizio era seduto sulla panchina insieme a una persona. Una terza li ha sorpresi e ha sparato». Così all'Adnkronos un ragazzo e una ragazza che erano sul luogo dell'agguato a Diabolik, l'ultras della Lazio freddato oggi al parco degli Acquedotti con un colpo alla testa esploso da una pistola calibro 7,65.

Ultimo aggiornamento: 8 Agosto, 08:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA