ROMA

Mercatone Uno, sit in davanti al Mise. I lavoratori: «Riaprire i negozi»

Lunedì 27 Maggio 2019

Riaprire i negozi e trovare al più presto una soluzione per farli funzionare. Questa la richiesta dei lavoratori di Mercatone Uno riuniti in un presidio di fronte al Mise in attesa del tavolo di confronto tra i sindacati ed il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, anticipato ad oggi dopo l'annuncio del fallimento dello store arrivato sabato scorso.

Fallimento Mercatone Uno, buco di 90 milioni in nove mesi: tavolo al MISE

«È scandaloso, dal punto di vista umano, essere avvertiti del fallimento attraverso un post di Facebook», commenta Leonarda Caccamo, rappresentante sindacale Filcams-Cgil di Brescia. «Vorremmo - sottolinea Caccamo - che almeno si rientrasse in amministrazione straordinaria con i vecchi contratti perché in quest'ultimo passaggio sono state tagliate le ore contrattuali per la salvaguardia dell'occupazione. I colleghi che lavoravano a 40 ore sono passati a 24. Andare in cassa integrazione con 24 ore non è come averne 38. Vorremmo che l'amministrazione straordinaria - commenta ancora - si prendesse la responsabilità di questo passaggio e ci facesse tornare in cassa integrazione con i vecchi contratti». Alla domanda se spera ancora nella salvezza della sua azienda, la rappresentante sindacale Filcams-Cgil replica: «Mi auguro con tutto il cuore che avvenga ma non ci credo più».

Ultimo aggiornamento: 28 Maggio, 00:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma