Guidonia: 600 multe con l'auto "civetta" dei vigili, qualcuno si arrabbia: vernice nera sui cartelli stradali

La sede del Comune di Guidonia
di Elena Ceravolo
2 Minuti di Lettura
Domenica 21 Novembre 2021, 09:02

Sono più di 600 a Guidonia gli automobilisti multati e già finiti nella rete dello Scout Speed, l’esperimento voluto dal Comune e lanciato dalla polizia municipale per controllare la velocità sulle strade tramite un’auto "civetta" che si mescola nel traffico. In 228 hanno già pagato i verbali, c’è chi attende ancora, e altri si attrezzano per fare ricorso. Alcuni hanno reagito addirittura alla criticata misura in modo illegale: nei giorni scorsi sono stati imbrattati di vernice nera diversi cartelli che, tra via Trento e via Longarina, impongono il limite dei 50 chilometri orari e segnalano le strade interessate dal passaggio della macchina dei vigili urbani. Uno è stato divelto. La misura, definita un esperimento dall’amministrazione Cinque Stelle-Pd, ha già fruttato 17 mila euro alle casse del Municipio.
Al comando dei vigili di via Roma si sta provvedendo a far rimettere in sesto i segnali danneggiati. Ma, allo stesso tempo, ci si prepara a far uscire di nuovo il cosiddetto Speed Scout. «Abbiamo già programmato altri sedici servizi – dice il comandate della polizia municipale, Paolo Rossi – Verranno effettuati tra la fine dell’anno e primi mesi del 2022. Questo strumento, a nostro avviso, ha portato a una moderazione della velocità sulle strade che abbiano selezionato. Le garanzie ci sono: la segnaletica che avverte le vie interessate dai controlli e gli avvisi che vengono diramati nei giorni precedenti alle uscite indicando i giorni in cui è possibile imbattersi nella macchina rileva-velocità». Diversi cittadini pensano che la macchina serva a poco sul fronte della prevenzione, ma moltissimo a far incassare denaro al Comune.


Un solo ricorso è stato formalizzato e pochi altri sono stati annunciati tramite e-mail. «In questi pochi casi – sottolinea il comandante Rossi – si pongono rilievi sull’omologazione dello strumento, ma posso dire che anche su questo aspetto siamo tranquilli». All’8 novembre, data dell’ultima uscita, sono esattamente 607 i verbali elevati tramite lo Scout Speed. Di questi 228 sono stati pagati in misura ridotta per un incasso totale di 17 mila euro. Una cifra che ha superato l’investimento del Comune di 10 mila euro per il noleggio delle prime 24 uscite dell’auto “civetta”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA