Roma, elicotteri e posti di blocco: Ostia blindata contro i clan

Roma, elicotteri e posti di blocco: Ostia blindata contro i clan
di Mirko Polisano
2 Minuti di Lettura
Sabato 28 Dicembre 2019, 10:21

Freccia, l’elicottero dell’Arma dei carabinieri, si è levato in volo anche nei giorni di festa. Non ci sono stati vigilia o pranzo di Natale per i militari del Gruppo di Ostia che hanno presidiato le strade del litorale nei giorni sensibili. La prima fase dell’operazione “Natale Sicuro” è andata in porto. Quattro persone arrestate, 249 identificate e ispezionati 126 veicoli. La mobilitazione ad «alto impatto» è scattata la mattina di lunedì ed è durata - senza soluzione di continuità - fino al giorno di Santo Stefano, alternando zone e quartieri. Sorvegliati speciali quelli più a rischio: Idroscalo, piazza Gasparri, San Giorgio e i cosiddetti “Lotti”. I carabinieri del Gruppo Ostia, agli ordini del colonnello Pasqualino Toscani, hanno passato al setaccio le piazze dello spaccio, quelle gestite dai clan e i fortini della droga. 
 
I blitz sono scattati anche nei palazzi della droga self-service dove le dosi vengono sistemate in luoghi comuni in modo che il pusher non può essere colto in flagranza di reato mentre cede lo stupefacente. Verifiche, dunque, mirate sulle terrazze e i lavatoi di via Baffigo, nelle cantine dei “Lotti” e nei garage di San Giorgio. Nel corso dei molteplici servizi organizzati, il Gruppo carabinieri di Ostia è stato supportato dall’impiego dei militari dell’8° Reggimento Lazio, delle motovedette e delle di unità cinofile di Santa Maria di Galeria. Sono state elevate diverse contravvenzioni al codice della strada e segnalati tre giovani alla prefettura di Roma quali assuntori di sostanze stupefacenti.

Nell’ambito dei servizi finalizzati al controllo dei soggetti ristretti in regime di arresti domiciliari, i carabinieri di Ostia hanno accertato l’evasione dal luogo di detenzione di 3 persone, di cui un 79enne, un 34enne e un 20enne marocchino: il primo fruiva il beneficio per reati contro il patrimonio mentre gli altri per stupefacenti. Le immediate ricerche avviate dai militari, hanno consentito di rintracciare l’anziano mentre si intratteneva all’interno di un vicino bar mentre gli altri due sono stati localizzati al di fuori dell’abitazione in compagnia di altre persone. Tutti sono stati ammanettati e ricondotti nelle rispettive abitazioni in attesa delle udienze di convalida. Il 34enne e il 20enne avrebbero abbandonato il domicilio per procurarsi la droga da vendere ai domiciliari. 
Su disposizione della Corte di Appello di Roma, i carabinieri di Fiumicino hanno rintracciato e arrestato una 49enne residente sul litorale, recentemente condannata in via definitiva per reati inerenti gli stupefacenti. La donna, che è stata condotta presso la casa circondariale di Civitavecchia, dovrà scontare una pena di oltre un anno di reclusione. I controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni e saranno ulteriormente potenziati a ridosso dei festeggiamenti dell’ultimo dell’anno. La lotta ai clan a Ostia non si ferma. Nemmeno a Natale. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA