Roma, boom di feste clandestine per Halloween: maxi multe e locali chiusi nella Capitale

Roma, boom di feste clandestine per Halloween: maxi multe e locali chiusi nella Capitale
di Camilla Mozzetti
3 Minuti di Lettura
Lunedì 2 Novembre 2020, 10:37

Locali aperti quando invece sarebbero dovuti rimanere chiusi, clienti mascherati da zombie, streghe e morti viventi: si festeggia Halloween mentre il Covid-19 imperversa e si disattende l'ultimo Dpcm del governo che, ad esempio, consigliava di non organizzare cene negli appartamenti privati con più di 6 persone. Tra polizia e carabinieri nella notte di sabato sono state elevate più di 60 multe a persone che si sono ritrovate per festeggiare la ricorrenza importata dagli Stati Uniti in locali pubblici, alberghi ed appartamenti privati mentre in strada è stato fermato - e denunciato - un romano di 65 anni che a piazza Crati (quartiere Trieste) passeggiava travestito da morto con una falce dotata di lama (vera) affilata e ben appuntita lunga 35 centimetri. Gli agenti di polizia hanno imposto la chiusura per cinque giorni a un locale sulla Nomentana il Green club che incurante dei provvedimenti governativi, tra cui la chiusura anticipata, aveva organizzato una festa di Halloween in piena regola.

Halloween, follia ai tempi del Covid: da Roma a Milano feste senza regole

Covid, Lopalco: «Quello che vediamo oggi non è colpa delle discoteche»

Nella sala da ballo allestita con pipistrelli di cartapesta che penzolavano dai soffitti, ragnatele di cotone, ragni e luci soffuse sono state trovate dalla polizia 60 persone (moltissimi ragazzi anche minorenni) intente a ballare e a divertirsi. La maggior parte di loro non indossava la mascherina o altri dispositivi di protezione mentre nell'adiacente sala ristorante era in corso una cena di compleanno con 15 commensali. Il locale è stato immediatamente sgomberato e chiuso per cinque giorni mentre sono in corso degli accertamenti su dipendenti e impiegati alla vigilanza. In tutto gli agenti di polizia hanno elevato contravvenzioni per violazioni all'ultimo Dpcm per oltre 60 mila euro. Cifra più bassa - ma comunque cospicua - sulla Cassia dove i carabinieri della stazione Tomba di Nerone hanno scoperto un party in piena regola nella villa di un pensionato 63enne. Allertati da alcuni vicini che avevano notato sabato sera un sospetto andirivieni di auto nonché musica ad alto volume, i militari una volta entrati nella villa intorno alle 21 hanno trovato il proprietario ed altre 25 persone sedute a tavola pronte a iniziare la cena.

Halloween alternativo: festa nell'area di sosta della Roma-Fiumicino

Tutte persone con un'età compresa tra i cinquanta e i sessant'anni che non erano mascherate e che sono state multate e allontanate, compreso il dj che era stato ingaggiato per la musica. Ma non finisce qui se le forze dell'ordine hanno anche compiuto diversi arresti per spaccio di droga, fermato degli uomini trovati con arnesi utili allo scasso, gli agenti della polizia locale hanno compiuto circa 2 mila controlli. Tra questi oltre a quelli svolti in due strutture alberghiere (il Mozart in via del Corso e il Griffi in via Nazionale) che avevano organizzato delle feste di Halloween con la formula pernottamento più cena, diversi si sono concentrati nei quartieri da sempre ritrovo dei giovani che ultimamente erano rientrati nelle zone off-limits. A Monti ad esempio diverse pattuglie sono intervenute per allontanare decine di giovani che si erano riuniti di fronte ai locali, aperti per l'asporto, o nelle vicinanze dei minimarket aperti h24.

© RIPRODUZIONE RISERVATA