Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Tomba Alfredino Rampi, restaurata la lapide dopo la vandalizzazione. Il Campidoglio: «Si trovino i colpevoli»

Tomba Alfredino Rampi, restaurata la lapide dopo la vandalizzazione. L'assessora Alfonsi: «Si trovino i colpevoli»
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 1 Giugno 2022, 17:48 - Ultimo aggiornamento: 18:02

Vandalizzata con 11 svastiche, la lapide in memoria di Alfredino Rampi al Cimitero Verano è stata restaurata e ricollocata al suo posto. Morto il 13 giugno 1981 dopo essere caduto in un pozzo artesiano a Vermicino, nel comune di Frascati, aveva trovato posto nel cimitero monumentale di Roma. «Siamo increduli e senza parole - il commento laconico dell'associazione, cui fanno riferimento i genitori del bimbo -. Si tratta di qualcosa che nessuno di noi avrebbe mai pensato di dover commentare. È forse anche il segno del degrado di questi tempi. Siamo costernati».

 

Il tweet del sindaco Gualtieri

«Grazie all’assessora Sabrina Alfonsi - scrive il sindaco Roberto Gualtieri su twitter - e ai servizi del Verano per la rapidità con cui si è rimediato a un gesto così inqualificabile e vergognoso. Rispetto e dignità per il piccolo Alfredino». L'assessora: «Per rendere possibile l'operazione, abbiamo contattato la famiglia Rampi per ottenere l'autorizzazione alla necessaria rimozione della lapide - spiega - . Sono felice che in tempi brevi si sia potuta già ricollocare e cancellare così un episodio di inqualificabile inciviltà che ha ferito la città su un dramma mai dimenticato. Mi auguro che le Forze dell'Ordine possano individuare l'autore di un gesto tanto orribile».

© RIPRODUZIONE RISERVATA