Stadio Roma, il Riesame: l'ex assessore Pd Civita non andava arrestato

Stadio Roma, il Riesame: l'ex assessore Pd Civita non andava arrestato
Michele Civita non doveva essere arrestato. È quanto sostiene il Tribunale del riesame che ha accolto una istanza presentata dai difensori dell'ex assessore regionale del Pd indagato nell'inchiesta sul nuovo stadio della Roma. I giudici hanno disposto per Civita l'obbligo di firma (misura già applicata dal gip) confermando i domiciliari per un altro indagato: l'ex vicepresidente del Consiglio regionale di Fi Adriano Palozzi.

LEGGI ANCHE Parnasi e la bancarotta della Sais: indagato anche per l’acquisto dei terreni

I difensori di Civita, gli avvocati Maurizio Frasacco e Luca Petrucci esprimono «soddisfazione» per la decisione del riesame. «Il Tribunale con la sua pronuncia - hanno affermato - ha significativamente ridimensionato la portata di un episodio che non ha inciso in alcun modo sulla correttezza istituzionale del nostro assistito».
Sabato 7 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 11:00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-07-07 18:07:14
Poveraccio, adesso che lo hanno infangato e umiliato chi gli darĂ  l onore? L ennesimo abuso giustizialista
2018-07-07 16:29:30
Sono convinto che questa inchiesta è stata pompatissima. Alla fine tireremo le somme. A proposito ve la ricordate la Muraro? Assolta no? Sembrava che fosse il mostro della monnezza
2
  • 466
QUICKMAP