Roma, bimbo in fin di vita per un ago di pino: era stato dimesso 4 volte, aperta inchiesta

di Adelaide Pierucci
A diciotto mesi rischia di morire per un ago di pino ingoiato, la procura apre una inchiesta per lesioni personali colpose per verificare se ci siano state delle omissioni da parte di medici ospedalieri. Il bimbo, di etnia rom, è stato messo in salvo al Bambino Gesù solo dopo aver varcato per la quinta volta l'ingresso di un ospedale. Il caso è di fine gennaio. Il piccolo è dolorante, piange. I genitori lo portano in un primo pronto soccorso, dove viene visitato e dimesso. La mamma, però, due giorni...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 17 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 19:52

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-05-17 10:46:47
ma la laurea come la prende sta gente? a cassette di mozzarelle ?? radiateli st'ignoranti
2018-05-17 10:40:27
Quali sono gli ospedali che lo hanno dimesso?
2018-05-17 09:10:07
Il mondo del lavoro fa largo ai praticoni e deprime i professinisti. La laurea è un investimento a perdere. Le conseguenze di questo andazzo sono ormai sotto gli occhi di tutti.
QUICKMAP