Roma, ai Musei in musica oltre ventimila visitatori

Tutti in fila per lo spettacolo ai Musei Capitolini
2 Minuti di Lettura
Domenica 10 Dicembre 2017, 17:17

Una notte per ascoltare la musica in musei, fondazioni, aree archeologiche. Grande partecipazione nella notte di sabato per la nona edizione di Musei in musica: porte aperte di trenta siti artistici tra Musei Civici e altri spazi culturali che hanno aderito all'inizitiva, come la Casa dell'Architettura, l'Accademia di Francia Villa Medici, il Vittoriano, il Museo Ebraico e l'Auditorium e Palazzo delle Esposizioni. Oltre 20.000 persone hanno partecipato all'iniziativa. Chi vive a Roma e i turisti hanno potuto ammirare le mostre e assistere a concerti ed eventi in programma (più di cento repliche di spettacoli dal vivo), con ingresso gratuito o a 1 euro. Tra i siti più visitati i Musei Capitolini: 3.000, poi Museo dell'Ara Pacis (1.100), Mercati di Traiano (1.050), Museo di Roma (1.000), Centrale Montemartini, (900), Casina delle Civette - Musei di Villa Torlonia (900), Casa dell'Architettura (900) Casa del Jazz (600).  «Il dato è positivo: perché oltre ventimila persone hanno aderito all'iniziativa, durante il ponte dell'Immacolata e nonostante il forte freddo. Sono soddisfatto del risultato, Musei in Musica fa parte delle attività che con le istituzioni culturali stiamo organizzando per rendere i diversi luoghi diffusi nella città, di cui i Musei sono una parte e le Biblioteche un'altra dei presidi culturali - commenta il vicesindaco con delega alla Crescita culturale Luca Bergamo - dove le persone possono godere in senso ampio della creatività contemporanea e del patrimonio culturale. Fare musica nei musei è un modo per unire queste due dimensioni: il patrimonio che riceviamo in eredità e quello che progressivamente costruiamo noi e che lasciamo in eredità ai posteri. Colgo l'occasione per ringraziare tutti coloro che hanno lavorato all'evento dai custodi dei musei, a Zètema, agli artisti». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA