Roma, ristoratore manomette contatore e non paga 85mila euro di bollette: questa volta scatta l'arresto

Venerdì 19 Ottobre 2018

Arrestato e non denunciato in stato di libertà, come avviene nella maggioranza dei casi. Manomettere il contatore per non pagare 85mila euro di bollette è costato caro al titolare di un ristorante nel quartiere di Villa Gordiani. I carabinieri della Stazione Roma Centocelle hanno arrestato il 42enne, originario di Napoli ma residente a Roma, con l'accusa di furto aggravato di energia elettrica.

A seguito di richiesta da parte dei tecnici specializzati della compagnia elettrica, i Carabinieri sono intervenuti presso un ristorante in zona Villa Gordiani, dove l'uomo, titolare dell'attività, aveva manomesso il contatore elettrico collocato in cucina, evadendo il pagamento di un consumo di circa 85.000 euro. Il 42enne è stato ammanettato e accompagnato presso la sua abitazione, sottoposto al regime degli arresti domiciliari, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA