ROMA

Incidente scala mobile Roma, il precedente del 2003: una donna morì a Tiburtina

Martedì 23 Ottobre 2018 di Filippo Bernardi
Incidente scala mobile Roma, il predecente del 2003: una donna morì a Tiburtina
Non è la prima volta che cede una scala mobile a Roma. Quanto accaduto nella stazione Repubblica della metro A riporta la memoria a un incidente di 15 anni fa, all'interno della stazione ferroviaria Tiburtina (prima del suo completo rifacimento). In quel caso il bilancio fu anche peggiore perché una donna morì stritolata dagli ingranaggi.

LEGGI ANCHE Roma, crolla scala mobile nella metro 24 feriti, gravi alcuni tifosi del Cska «Saltavano, poi il cedimento»



Era la mattina del 28 ottobre del 2003. A cedere non fu una vera e propria scala mobile, bensì il tapis roulant in corrispondenza del binario 24. Una parte della struttura crollò all'improvviso e la donna precipitò nel vuoto. Nell'incidente rimasero coinvolte altre due persone, una delle quali ferita in modo grave. La vittima era una turista scozzese, si chiamava Marie Sarah Drummond Baldwin e aveva 63 anni.

Il processo è terminato nel 2006 con due condanne e un'assoluzione: Domenico Leti, amministratore unico della Ocs (la ditta che svolgeva lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria) e Leonardo Casali, capotecnico della stessa società, sono stati condannati rispettivamente a un anno e 10 mesi e a un anno e mezzo di reclusione (pena sospesa). Erano accusati di omicidio colposo e lesioni gravissime.

Nel luglio 2007, invece, un operaio che stava facendo la manutenzione di una scala mobile alla stazione Termini perse il piede per l'improvviso azionamento dell'impianto.

  Ultimo aggiornamento: 21:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma