Vatileaks 2, Benotti lascia incarico a Palazzo Chigi

Vatileaks 2, Benotti lascia incarico a Palazzo Chigi
2 Minuti di Lettura
Sabato 21 Novembre 2015, 09:03 - Ultimo aggiornamento: 7 Novembre, 20:11

«Per il rispetto» verso «l'istituzione che rappresento e per far sì che io possa tutelarmi nelle sedi più opportune ho ritenuto corretto autosospendermi dall'incarico». Così Mario Benotti, capo segreteria particolare del Sottosegretario agli Affari Ue Sandro Gozi, sottolineando la sua «totale estraneità» alla vicenda Vatileaks.

Il giornalista, che sarebbe coinvolto nell'indagine della Santa Sede sui 'corvi' in Vaticano, ​continua spiegando: «Con stupore e profonda amarezza ho letto oggi alcune notizie apparse su due quotidiani che mi collegano alla cosiddetta vicenda 'Vatileaks'. Vorrei da un lato precisare la mia totale estraneità, e dall'altro che non mi è stato notificato alcun avviso di garanzia, nè mi risulta di essere indagato. Nonostante ciò, per il rispetto che ho dell'istituzione che rappresento e per far sì che io possa tutelarmi nelle sedi più opportune da accuse che oltre ad essere infondate ritengo lesive del mio onore, ho ritenuto corretto autosospendermi dal mio incarico», scrive in una nota Benotti.

Benotti ha annunciato l'intenzione di lasciare anche l'incarico di consigliere del sindaco di Firenze Dario Nardella per i rapporti con le confessioni e per il dialogo interreligioso. A quanto si apprende, lo avrebbe comunicato lo stesso Benotti a Nardella in serata. Benotti ricopre l'incarico da alcuni mesi.

Benotti, informa poi una nota del Comune, ha spiegato a Nardella di volersi sospendere dall'incarico per poter spiegare al meglio i fatti a lui contestati nell'ambito dell'indagine sui documenti del Vaticano. Un gesto, si legge nel comunicato, «che il sindaco ha apprezzato nella certezza che lo stesso Benotti saprà far piena luce sulla vicenda».

© RIPRODUZIONE RISERVATA