Grillo: «Tra qualche giorno il blog cambierà, parleremo di visione del futuro»

2018, l'anno zero del Movimento 5 Stelle. All'indomani del nuovo Statuto - e del nuovo codice etico, nonché delle regole per le parlamentarie - Beppe Grillo, nel «contro discorso» di fine anno annuncia l'ultimo tassello della svolta: il Movimento migrerà, nei prossimi giorni, dal blog Beppegrillo.it che tornerà ad essere in tutto e per tutto lo «scrigno» dell'ex comico.

«Andrò un po' in giro per il mondo con video, conferenze. Parleremo di robotica, di internet. Insomma, un pò di visione», spiega Grillo confermando quanto già emerso negli ultimi mesi: «Sarò diverso, un pò defilato, un po' lì, ma ci sono». Il fondatore del Movimento, l'uomo che per quasi un decennio lo ha governato e incarnato, prosegue, insomma, nel suo passo di lato. Non è un addio: Grillo resta il Garante, l'uomo dell'ultima parola ma è un ulteriore passo in là per far spazio ai trenta-quarantenni che, come già aveva annunciato ad Italia 5 Stelle, sono chiamati ad essere protagonisti. A cominciare dal capo politico Luigi Di Maio. E fra qualche giorno sarà il Blog delle Stelle - voluto da Gianroberto Casaleggio ma annunciato dal figlio nell'aprile 2016 - la voce, la piattaforma politica del Movimento.

Resta da vedere quale sarà l'impatto su utenti ed iscritti. Perché se il blog delle Stelle, finora, non sembra essere ancora decollato con decisione, il blog di Grillo, da anni, è uno dei più letti d'Europa. Ma il cambiamento dei 5 Stelle ormai è un fatto. «Stiamo diventando adulti, dovete avere pazienza», è la richiesta che Grillo fa ai militanti. E l'ex comico difende anche le nuove regole varate. «Selezioneremo le persone in modo più limpido, trasparente e regolare senza avere processi, contro processi», spiega, laddove nel pomeriggio il Movimento assicura che il suo team di legali ha «pronta» la formula più idonea per obbligare gli eletti alla penale da 100mila euro in caso di abbandono del gruppo senza cadere nell'incostituzionalità.

Sarà, spiegano, una scrittura privata tra candidato e Movimento. Con il defilamento di Grillo aumenta il peso che andrà sulle spalle di Di Maio. Il capo politico passa l'ultimo dell'anno andando prima alla messa del Papa mentre, in serata, sarà alla festa del Circo Massimo. Fatto che innesca una furiosa reazione del Pd. «È grave che Di Maio salga sul palco del Circo Massimo, accanto alla Raggi, alla festa organizzata dal Comune di Roma con i soldi pubblici», attaccano i Dem chiamando in causa anche l'Agcom. «Di Maio fa campagna con i soldi pubblici», incalza il senatore Stefano Esposito.

Il M5S, già in giornata, smentisce tuttavia la presenza sul palco di Di Maio, che in serata replica: «Il Pd è ridicolo, capisco che per loro è inconcepibile che un parlamentare possa stare tra la gente e non su un piedistallo, ma questa è la nostra forza». E Di Maio definisce una «avvilente fake news» anche la notizia che il M5S candiderà gli indagati. «Il nostro codice è stringente e obbliga il candidato a rinunciare alla candidatura quando l'indagine a suo cario possa vedere degli evidenti segnali di colpevolezza», sottolinea.
Domenica 31 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 02-01-2018 12:11

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 20 commenti presenti
2018-01-02 15:21:16
paolog 13.37- ho letto attentamente il tuo post.In democrazia è sempe interessante avere la possibilittà di descrivere e sottolineare le opinioni diverse. In molte cose da te scritte si possono anche condividere e approvarle. Certamente vivendo a Francoforte, io posso solo descrivere le mie brevi presenze nella mia città nativa, che sono solo fotografie del momento.Però per me Roma è sempre bella e nonostante tutto, sono orgoglioso di esserci nato.Riguardo KURZ in parte hai ragione. Io mi sono limitato a descrivere solo i momenti di responsabilità.Certamente l Austria non `e l`Italia,però anche Kurz ha ora una grande responsabilità. Nel mio post ho voluto solo descrivere che in altri paesi a noi molto vicini, si ha avuto il coraggio di propagare il nuovo. Perche`non dovremmo provare anche noi? Berlusconi è arrivato in politica con una forza mediatica a lui appartenente fuori dalle regole politiche. Giornali, riviste,stazioni televisive, e altro però nessuno ha gridato allo scandalo. Non sono mai stato un grande appasionato del M5s, però io credo che sia arrivato il momento di farci su un bel pensierino.Anche per mancanze di alternative. Ricambio i saluti con l`augurio di un buon e felice anno nuovo anche per te.
2018-01-02 14:56:12
Paolog...13,37....Ho letto attentamente il tuo post, che si pu√≤ in gran parte anche condividere.Purtroppo nel mondo, in particolare quello politico la perfezione non esiste. Bisogna spesso accontentarci di quello che il mercato ci offre. Purtroppo in Italia questo mercato √® molto limitato,infatti esistono solo due alternative Renzi o Berlusconi. Questi due personaggi sono stati da me gi√† nel precedente post descritti.Io pur essendo stato uomo di sinistra il PD non riesco pi√Ļ votarlo, ha perso la propria identit√†. Di Beflusconi ,meglio metterci su una pietra. Cosa rimane, il non voto oppure il M5s. altre piccole organizazzioni politiche non mi interessano. PE
2018-01-02 10:33:43
memores pecuniae 16,15..... paolog 19,34.....cyberspazio. 21,45............. In questi post e in molti altri, si sta parlando dell`incapacità e poca maturità politica dei 5 stelle. Io le cose le vedo in modo diverso, e non sono l`unico a vederla in questa maniera.Infatti tutti questi politici hanno una esperienza di una completa legislatura. Molti deputati e senatori hanno svolto nelle commissioni parlamentari un ottimo lavoro.Inoltre Fico è stato presidente alla sorveglianza RAI, Di Maio viicepresidente della camera,due posizioni di importamza rilevante svolto ottimalmente. Se guardiamo all`estero KURZ appena eletto cancelliere austriaco a 31 anni, con poca esperienza politica 1 anno da ministro degli esteri,Poi Macron premier francese a 38 anni anche lui con poca esperienza politica, avendo avuto nella seconda parte del governo Hollande un posto da ministro.Insomma perchè non dobbiamo dare la nostra fiducia ai 5 stelle??? Vogliamo ancora Berlusconi che in 23 anni di politica ci ha portato quasi allo sfascio,ha dovuto intervenire l Europa per farlo cadere., per poter poi salvare il salvabile. Si è evitato l`introduzione della TROIKA in Italia, ma stiamo scherzando, ancora Berlusconi.. Poi il PD di Renzi,è stato all`infuoti di quache eccezione un completo disastro. Molte altre alternative non le abbiamo, e allora come la mettiamo????? .La Raggi a Roma è stata e lo è ancora oggi massacrata dalle critiche. Tutto dimenticato in quale situazione si trovava il comune di Roma???Certamente è partita male, ora però ho l`impressione che stia lavorando bene.I primi piccoli risultati si vedono, nuovi autobus, alcune strade non riparate ma completamente rinnovate con un nuovo manto stradale,non dimentichiamo che ci sono 850 km. di strade da rinnovare.l`immondizia è sempre stato il problema di Roma, nemmeno la Raggi lo può ríssolverlo in poco tempo.La Raggi è stata votata per una completa legislatura,diamogli il tempo al tempo,poi vedremo i risultati e potremo meglio giudicarla.Il comune di livorno è stato salvato dalla bancarotta, Parma in ottime condizioni di salute, Torino il lavoro fatto dal sindaco è abbastanza soddisfacente, E allora???Se vinceranno le elezioni, mettiamoli alla prova, peggio del passato certamente non lo saranno .
2018-01-02 10:56:15
mario da francoforte 10.33.43 caro mario concordo su tutto, meriti un applauso......!!!
2018-01-01 21:45:28
Oggi si parla di "visione del futuro", ma cinque anni fa dove guardavate ???
20
  • 510
QUICKMAP