Vaccini, polemica sul documentario Vaxxed: annullata la proiezione

Mercoledì 28 Settembre 2016
5
«Dopo le precisazioni dell' Amministrazione e la moral suasion esercitata dal Presidente del Senato Pietro Grasso, il Presidente del Gruppo GAL, al quale appartiene il Senatore Pepe, ha comunicato la revoca della richiesta di utilizzo della Sala Convegni di Piazza Capranica. Pertanto, l'iniziativa organizzata dal Senatore Pepe, con la proiezione di parti del film documentario VAXXED, non avrà più luogo». È quanto si legge in una nota di Palazzo Madama circa il documentario anti vaccini di Andrew Wakefield che avrebbe dovuto essere proiettato in Senato il 4 ottobre. Bartolomeo Pepe aveva spiegato che «non sono mai troppi gli spunti per fare chiarezza sulla paventata pericolosità dei vaccini. Un documentario che Robert De Niro avrebbe voluto al Tribeca Film Festival e che invece è stato ostracizzato dalle lobby del farmaco. Nel dettaglio del documentario, si cerca la relazione tra le vaccinazioni e l'insorgere dell'autismo nei bambini. Al termine della proiezione, infatti, ci sarà un dibattito sul tema»

Ma sul tema si è scatenata l'opposizione del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, e del Senato stesso, che ha fatto sapere di non aver concesso il patrocinio alla proiezione. «La mia è una posizione di estrema contrarietà, così come c'è l'indignazione di tutta la comunità scientifica nazionale e internazionale intorno a ciò che è propagandato da questo documentario», aveva dichiarato Lorenzin. Dal ministro arriva quindi l'esortazione a prestare attenzione alle conseguenze che l'iniziativa potrebbe avere: «stiamo molto attenti - afferma Lorenzin - abbiamo già avuto la lezione di stamina». Sui vaccini, avverte il ministro, «è in ballo la salute e la vita di milioni di persone».

«Condivido pienamente il timore sui danni alla salute che potrebbero essere provocati da teorie improvvisate e respinte dalla comunità scientifica internazionale e, senza alcun intento censorio, proverò a convincere gli organizzatori a valutare i possibili rischi per i cittadini di campagne antiscientifiche e di disinformazione come questa. Ho sempre seguito i consigli del mio medico di famiglia, e invito i cittadini a fare altrettanto con fiducia», ha invece dichiarato il presidente del Senato Pietro Grasso.  Ultimo aggiornamento: 30 Settembre, 13:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma