Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Berlusconi: referendum autonomia? In tutte le Regioni. E poi attacca il film di Sorrentino

Berlusconi: referendum autonomia? In tutte le Regioni. E poi attacca il film di Sorrentino
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 18 Ottobre 2017, 13:11 - Ultimo aggiornamento: 19 Ottobre, 14:29

Dopo il referendum in Veneto e Lombardia per l'autonomia, «vogliamo proporlo per tutte le regioni italiane: spostare la competenza di 11 materie dal centro alla sede giusta, quella regionale»: lo ha detto il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi in una conferenza stampa a Milano con il governatore della Lombardia Roberto Maroni.

«Nel 2001 andò a votare il 34%, mi aspetto di superare quella quota del referendum costituzionale sul Titolo V. Ogni voto in più sarà un successo», ha detto Maroni parlando dell'affluenza attesa al referendum sull'autonomia di domenica.

«Domani cercheremo la stretta finale perché l'Europa assegni a Milano un'istituzione importante come Ema», ha quindi detto Berlusconi, spiegando che domani a Bruxelles alla riunione del Ppe ne parlerà alla cancelliera tedesca Angela Merkel.

Berlusconi ha riferito: «Ci siamo sentiti con Salvini diverse volte e abbiamo fissato l'incontro per il programma la prossima settimana», aggiungendo che «non bisogna consolidare l'alleanza: non c'è mai stato motivo di distacco fra noi, la Lega e Fratelli d'Italia, perché siamo troppo consapevoli» che per vincere bisogna essere uniti. Poi l'ex premier ha sottolineato: «Non c'è nessuna possibilità di coalizione con il Pd. Siamo distanti dal Pd per storia, tradizione, ideologia e valori».

Sulla mozione del Pd sulla Banca d'Italia, Berlusconi ha detto: «Non mi meraviglia. È proprio della sinistra voler occupare tutti i posti dopo l'elezione. Ora fanno passi avanti e vogliono occuparli anche prima».

«Il film di Sorrentino? Mi sono giunte strane voci, ma spero che non sia una aggressione politica e nei miei confronti», ha risposto Berlusconi a chi gli aveva chiesto se si riconosca nei primi scatti di Toni Servillo, che lo interpreterà in un film di Sorrentino.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA