Stalking, nuovi braccialetti
per “tracciare” i violenti

di Sara Menafra
ROMA La volante impiegata per controllare chi viola i domiciliari, i Daspo non rispettati o i casi di violenza su donne che avevano già denunciato il loro persecutore. Potrebbe essere la tecnologia a cancellare gli aspetti più laboriosi della gestione della sicurezza, portandoci verso una società più controllata e controllante, coi rischi sulla privacy che ogni passo in questa direzione comporta, ma probabilmente migliorando fin da subito vita di centinaia di detenuti che oggi non escono dal carcere nemmeno durante...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 15 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 16-05-2018 15:51

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-05-15 15:25:12
Mi chiedo perché non vengano utilizzati anche per i migranti, rom e clandestini che vengono pescati a delinquere e che sono a piede libero. Non sono casi assimilabili al Daspo? Oppure si ha paura di ledere i "sacrosanti" diritti a delinquere dei criminali?
2018-05-15 14:50:29
E' una stupidata! Per fermare dei criminali i braccialetti DEVONO essere assicurati ad una CATENA ed una sfera da 100 Kg!
2018-05-15 09:23:05
Nuovi braccialetti (?) Un'altra volta? Sarebbe interessante sapere chi ha l'appalto di questi braccialetti?
QUICKMAP