Scienziati italiani al top, in 46 vincono borse di studio Cer: secondi dopo i tedeschi

Martedì 14 Gennaio 2014
1
BRUXELLES - C'è un nutrito drappello di italiani, ben 46 su 312 (al secondo posto solo dopo i tedeschi), tra gli scienziati di punta selezionati dal prestigioso Consiglio europeo della ricerca (Cer) nell'ambito del primo concorso per borse di studio di consolidamento, che assegna un totale di 575 milioni di euro. Questo nuovo finanziamento consentirà ai ricercatori di consolidare le proprie squadre e di sviluppare ulteriormente le idee migliori. Tra i progetti selezionati, dalla previsione delle eruzioni vulcaniche grazie ad un orologio geochimico, all'analisi degli effetti della materia oscura sulla teoria gravitazionale, ma anche l'esplorazione del ruolo dei fattori genetici e ambientali nei circuiti cerebrali a livello embrionale.



La media per borsa di studio è pari a 1,84 milioni di euro fino ad un massimo di 2,75 milioni. I finanziamenti sono assegnati a ricercatori di 33 diverse nazionalità, ospitati in istituti situati in 21 diversi paesi d'Europa, 9 dei quali ospitano anche cinque o più borsisti. In termini di istituti ospitanti, il Regno Unito (62), la Germania (43) e la Francia (42) sono ai primi posti. Vi sono anche ricercatori ospitati presso istituti nei Paesi Bassi, in Svizzera, Spagna, Italia, Israele, Belgio, Svezia, Austria, Danimarca, Finlandia, Portogallo, Grecia, Ungheria, Irlanda, Turchia, Cipro, Repubblica ceca e Norvegia. In termini di nazionalità dei ricercatori, tedeschi (48 borse di studio) e italiani (46) sono i più numerosi, seguiti da francesi (33), britannici (31) e olandesi (27).
Ultimo aggiornamento: 15 Gennaio, 01:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Autobus a Roma, le trovate degli utenti per sopravvivere ai disagi

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma