Parigi, rapinano Cartier armati di kalashnikov e fuggono con sotaggio: banditi asserragliati in un negozio

Martedì 25 Novembre 2014

Scene da thriller nel cuore di Parigi. Per circa due ore, la Francia è rimasta col fiato sospeso per la violenta rapina di una boutique di Cartier, con la successiva fuga dei malviventi in scooter e l'epilogo all'interno di un salone di coiffure, con la liberazione di una parrucchiera presa in ostaggio.

Un episodio da film d'azione, che si è fortunatamente concluso nel migliore dei modi, senza spargimenti di sangue e con il ritrovamento del bottino.

Tutto comincia intorno alle 18:30, quando i due rapinatori irrompono all'interno della boutique Cartier di Rue Francois Ier, a due passi dagli Champs-Elysèes, nell'ottavo arrondissement, una delle zone più turistiche e chic della capitale. In quello che viene definito il triangolo d'oro dello shopping parigino, già risplendono le mille luci del Natale, con tutti i negozi tirati a lucido per le feste. In un attimo, i rapinatori fanno irruzione nella boutique e ammanettano l'addetto alla sicurezza. «Hanno fatto razzia dei gioielli», racconta Christope Crepin, del sindacato di polizia Unsa. Ma al momento di darsela a gambe qualcuno ha già lanciato l'allarme. Il film di quei momenti è da brividi, con i rapinatori che non si lasciano intimorire, nonostante l'ampio numero di agenti che li attende all'uscita del negozio. Incappucciati ed armati con fucili d'assalto, i due uomini aprono il fuoco in mezzo alla strada, tenendo in ostaggio una giovane dipendente di Cartier.

La tensione è altissima. I rapinatori perdono il bottino, ma riescono miracolosamente a recuperarlo e a saltare a bordo di un grosso scooter. Comincia il folle inseguimento per le strade di Parigi, fino al quindicesimo arrondissement, sull'altra sponda della Senna, dove i due uomini in fuga cadono a terra. La corsa continua a piedi, tra grida e spari alla cieca contro gli agenti alle calcagna. Poi l'irruzione all'interno di un salon de coiffure - non lontano da Montparnasse - dove si barricano, spengono la luce, e prendono in ostaggio la parrucchiera. La boutique viene circondata da decine di camionette della polizia, mentre un elicottero sorveglia il quartiere dall'alto. Comincia la trattativa. Il lavoro dei negoziatori porta rapidamente i suoi frutti, con la liberazione dell'ostaggio intorno alle 20:30, la resa finale dei malviventi e il ritrovamento del bottino all'interno del negozio.

Ultimo aggiornamento: 26 Novembre, 22:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma