Chiara Lubich verso la santità: si apre a Frascati l'iter per la beatificazione

Martedì 20 Gennaio 2015 di Franca Giansoldati
1
CITTA’ DEL VATICANO Si apre ufficialmente il processo di beatificazione di Chiara Lubich, fondatrice dei focolarini. Nella cattedrale di Frascati - il territorio nel quale si trova il Centro Internazionale del Movimento dei Focolari, nei pressi del quale Chiara Lubich è vissuta gran parte della sua vita ed è morta – verrà proclamata la formula di apertura, detta Prima Sessio, martedì 27 gennaio 2015 alle ore 16, con la recita dei Vespri, la lettura del Decreto di introduzione e del Rescritto di nulla osta della Santa Sede, l’insediamento del tribunale nominato dal vescovo; poi i giuramenti del vescovo, dei membri del tribunale e di quelli della postulazione. La cerimonia potrà essere seguita in diretta via internet.



L’iter era iniziato il 7 dicembre 2013, settantesimo della fondazione dei Focolari, con la presentazione della richiesta formale al vescovo di Frascati, Martinelli, da parte della Presidente Maria Voce. La data scelta era simbolica visto che il 7 dicembre 1943 la Lubich a Trento emetteva un voto di particolare consacrazione a Dio, l'atto di nascita del movimento.



Fu infatti in quel contesto profondamente segnato dalla guerra che in lei nacque l'idea di dare vita a piccole comunità che nelle case (i «focolari») rispondessero all'odio vivendo come regola di vita il comandamento di Gesù «amatevi l'un l'altro come io ho amato voi». Un'idea che in questi settant'anni si è diffusa in tutti e cinque i continenti e ha saputo trasformare questo desiderio di unità in tanti segni concreti: dalle 24 Mariapoli - vere e proprie città-simbolo della concordia possibile - ai «giovani per un mondo unito», dalle iniziative ecumeniche e interreligiose alle circa 800 imprese dell'«economia di comunione». Chiara Lubich è morta a Rocca di Papa il 14 marzo 2008. Ultimo aggiornamento: 21 Gennaio, 21:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento