MATTEO SALVINI

Suicidio assistito, Salvini: «Contrario, vita è sacra». Gandolfini: contrasteremo una legge in Parlamento

Mercoledì 25 Settembre 2019
Suicidio assistito, Salvini: «Contrario, vita è sacra». Gandolfini: contrasteremo una legge in Parlamento

Eutanasia, Matteo Salvini si dice contrario al 'suicidio di Stato': «Sono e rimango contrario al suicidio di Stato imposto per legge»: è la prima reazione del segretario della Lega Matteo Salvini alla decisione della Corte costituzionale a margine di un'iniziativa in Umbria, a Tavernelle, per le elezioni regionali. «Parliamo con i medici - ha aggiunto il leader del Carroccio -, parliamo con le famiglie però la vita è sacra e da questo principio non tornerò mai indietro».

Consulta: «Sì a suicidio assistito in casi come Dj Fabo, legge indispensabile». Cappato: «Da oggi tutti più liberi»

Fine vita, 761 richieste in Italia per la «dolce morte» (e aumentano ogni anno)
 

Cei: «Sconcerto e preoccupazione». I vescovi italiani «esprimono il loro sconcerto e la loro distanza da quanto comunicato dalla Corte costituzionale. La preoccupazione maggiore è relativa soprattutto alla spinta culturale implicita che può derivarne per i soggetti sofferenti a ritenere che chiedere di porre fine alla propria esistenza sia una scelta di dignità. I vescovi confermano e rilanciano l'impegno di prossimità e di accompagnamento della Chiesa nei confronti di tutti i malati». Così la Cei commenta la sentenza sul fine vita della Consulta.

Gandolfini, leader del Family Day: «Contrasteremo in ogni modo una legge in Parlamento». «Faremo ogni contrasto possibile e immaginabile, a livello di partiti, di parlamento e società civile, affinché non si componga una legge. Faremo tutto il possibile perché non si arrivi a una legge che consenta l'eutanasia attiva». È quanto afferma all'Adnkronos Massimo Gandolfini, leader del Family Day, commentando la sentenza della Consulta.

«Dobbiamo coordinarci, fra tutte le associazioni cattoliche che si sono ritrovate l'11 settembre con la Cei, - conclude - per studiare la strategia migliore dal punto di vista politico, legislativo ma anche culturale. Credo che la battaglia culturale contro le derive contro la vita sia fondamentale».

Ultimo aggiornamento: 21:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani