GOVERNO

M5s modifica lo statuto: stop ai fondi a Rousseau, le restituzioni andranno alle microimprese

Lunedì 13 Gennaio 2020

Andranno al fondo per la microimprenditorialità e non più all'associazione Rousseau i residui dei fondi diretti al Comitato per le rendicontazioni e rimborsi del M5s. Lo prevede la modifica allo Statuto del Comitato registrata il 10 gennaio. Le modifiche introdotte allargano il perimetro del Comitato anche alle restituzioni dei parlamentari europei e prevedono «la facoltà di utilizzo per i portavoce regionali». La durata dello stesso Comitato è inoltre prevista fino «all'integrale utilizzo dei fondi impegnati». 

LEGGI ANCHE...> M5S, Di Maio si smarca da Casaleggio: mossa del leader per uscire dall'angolo

Con la modifica del regolamento entrano a far parte del direttivo del Comitato, insieme al presidente Luigi Di Maio, anche i capigruppo di Camera e Senato Davide Crippa e Gianluca Perilli che sostituiscono gli ex capigruppo Francesco D'Uva e Stefano Patuanelli. L'atto, sottoscritto davanti al notaio Luca Amato, prevede che «tutte le somme ricevute dal Comitato dovranno essere versate al Fondo appositamente costituito per il Microcredito o agli enti e soggetti individuati dagli iscritti al M5s previa consultazione on line». La durata del Comitato è prevista per statuto fino al «noventesimo giorno successivo al termine della XVIII legislatura, coincidente con lo scioglimento delle Camere e comunque sino all'integrale utilizzo dei fondi impegnati».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Divisioni a due cifre: ricordate? Incubo per studenti (e genitori)

di Veronica Cursi

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma