GOVERNO

Franceschini avverte Renzi e Di Maio: «Per poter durare serve qualcosa in più, non solo la necessità di fermare Salvini»

Venerdì 15 Novembre 2019
1
Dario Franceschini, ministro della Cultura
«Serve qualcosa in più: qualità nell'azione di governo, una prospettiva politica. Vedremo se nascerà un rapporto duraturo tra noi e i nostri partner, non è facile ma abbiamo il dovere di indicare la strada«. Lo ha detto Dario Franceschini alla convention dem "Tutta un'altra storia" in svolgimento a Bologna. E ha aggiunto: «Sapevamo che era difficile, è difficile, ma non possiamo fermarci alle prime difficoltà, ai primi sgambetti degli alleati». Ancora: «Nel governo e nella maggioranza non dobbiamo cercare visibilità, no a un dibattito surreale, cose ridicole come no tax o sì tax».  

Nella parole del capodelegazione dem non manca un riferimento alle motivazioni che hanno spinto il Pd ad allearsi con i 5Stelle: 
«Con Salvini al governo l'Italia ha corso il massimo rischio per una democrazia europea. Era solo l'agosto scorso, non lo dimentichiamo. Sicuramente non dimenticano le migliaia di persone che sono venute in piazza a Bologna con la consapevolezza che quella battaglia non è finita ma va combattuta». «Un governo», ha però avvertito il ministro della Cultura, «può nascere per arginare una destra pericolosa, ma non può durare solo per quello. Serve qualità nell'azione di governo. Serve una prospettiva politica, un'alleanza tra avversari. Non dobbiamo rassegnarci, non dobbiamo fermarci al primo rifiuto, dobbiamo aiutare l'evoluzione del M5s e provare ad allargare il campo europeista». Ultimo aggiornamento: 18:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma