Film Commission, il gup condanna gli ex contabili Lega Di Rubba e Manzoni: pene sino a 5 anni

Fondi Lega, il gup condanna gli ex contabili Di Rubba e Manzoni: pene sino a cinque anni
4 Minuti di Lettura
Giovedì 3 Giugno 2021, 13:08 - Ultimo aggiornamento: 14:00

Fondi Lega, Alberto Di Rubba (5 anni) e Andrea Manzoni (4 e 4 mesi) sono stati condannati dal gup Guido Salvini al termine del processo che si è svolto con rito abbreviato. Con i due revisori contabili della Lega in Parlamento condannati anche quattro messi, imputati a Milano per il caso della compravendita del capannone di Cormano, acquistato dalla Lombardia Film Commission, con la quale sarebbero stati drenati 800mila euro di fondi pubblici. Di Rubba e Manzoni dovranno anche versare in solido un risarcimento danni di 150mila euro a Lombardia Film Commission, fondazione partecipata dalla Regione e dal Comune di Milano e parte civile nel processo in abbreviato per il caso della compravendita del capannone di Cormano, acquistato dalla Lfc. Lo ha deciso il gup Guido Salvini che ha inoltre disposto un risarcimento di 25 mila euro per il Comune.

Elezioni Roma, Salvini: «C'è anche la Matone. Il Pd sta minando il governo»

Nel processo in abbreviato con al centro Lfc, vicenda che è un filone dell'inchiesta milanese in cui si sta scavando anche su presunti fondi neri per il Carroccio, Di Rubba e Manzoni sono accusati di peculato e turbata libertà nel procedimento di scelta del contraente. Per Di Rubba il procuratore aggiunto Eugenio Fusco e il pm Stefano Civardi avevano formulato la richiesta di pena più alta, 4 anni e 8 mesi, in quanto «incaricato di pubblico servizio» perché in quel periodo era presidente di Lombardia Film Commission. Sia lui che Manzoni, per il quale sono stati proposti 4 anni, sono ai domiciliari dallo scorso settembre, mentre l'imprenditore Francesco Barachetti, ritenuto dai pm vicino alla Lega e che si occupò sulla carta della ristrutturazione dell'immobile di Cormano, è a processo con rito ordinario davanti alla settima sezione penale del Tribunale. Il gup Salvini con la sentenza di oggi ha inflitto pene superiori rispetto a quelle chieste dalla Procura.

I legali della difesa - «Massimo rispetto per la sentenza e massimo dissenso dalla sentenza». Così si è limitato a dire l'avvocato Piermaria Corso, difensore di Alberto di Rubba e Andrea Manzoni condannati oggi in abbreviato per il caso Lfc rispettivamente a cinque anni e 4 anni e 4 mesi di reclusione.

Confiscare due ville sul Garda - Il gup di Milano Guido Salvini, oltre a condannare i due contabili per la Lega in Parlamento Alberto Di Rubba e Andrea Manzoni rispettivamente a 5 anni e a 4 anni e 4 mesi di carcere e a una provvisionale a titolo di risarcimento di 150 mila euro a Lfc e 25 mila euro al Comune, ha disposto anche la confisca di porzioni delle due villette sul lago di Garda riconducibili agli imputati fino a circa 300 mila euro, cifra pari alla metà del loro valore di acquisto. I due immobili si trovano a Desenzano del Garda (Brescia) presso il Green Residence Sirmione ed erano già stati sequestrati dalla Finanza nel corso delle indagini.

Fonti Carroccio - «Alberto Di Rubba e Andrea Manzoni, come tutti i cittadini, sono innocenti sino alla sentenza definitiva: siamo sicuri che avranno modo di dimostrare la propria estraneità ai fatti loro contestati»: così fonti del Carroccio hanno commentato la condanna, rispettivamente a 5 anni e 4 anni e 4 mesi, per i due contabili nel caso della compravendita del capannone di Cormano, acquistato dalla Lombardia Film Commission, con la quale sarebbero stati drenati 800mila euro di fondi pubblici

© RIPRODUZIONE RISERVATA