Elezioni regionali, da Salvini a Zingaretti tutti in Emilia Romagna

Domenica 10 Novembre 2019 di Mario Ajello
Tutti in Emilia. La prossima settimana. Per il super evento di Matteo Salvini che apre la campagna elettorale con un super show al PalaDozza di Bologna, luogo mitico delle adunate di sinistra che rende il nome da un celebre sindaco Pci. E gli altri? 

Sempre a Bologna dal 15 al 17 novembre si tiene “Tutta un’altra storia”, la tre giorni in cui il segretario Zingaretti partirà verso il congresso dem  di primavera. Obiettivo: reinventare tutto. Ma il rischio, come confessano gli  stessi dirigenti del Pd, “è che noi siamo chiusi nelle nostre discussioni di partito, di quale  identità darci, di che cosa essere e di come affrontare le sfide della modernità, guardandoci più o meno nell’ombelico, mentre Salvini sta in mezzo al popolo rubandoci  il popolo”.

Ecco, tra Roma e Bologna, questo tipo di allarme c’è. E domenica prossima, a conclusione di questa tre giorni, Zingaretti getterà le basi per il congresso del Pd. Che dovrebbe tenersi nella tarda primavera, a meno che nel frattempo non sinistra o le elezioni in Emilia Romagna e in quel caso non è detto che ancora ci sia il governo e neppure il Pd al governo e chissà che cosa ne sarà della leadership di Zingaretti. Perciò nel partito si tocca ferro e si spera che ancora una volta “quel gran pezzo dell’Emilia” - come da titolo di un bel libro del compianto Edmondo Berselli - non tradisca. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma