Campania, De Luca teme per la sua rielezione: l'alleanza Pd-M5 preoccupa il governatore

Mercoledì 15 Gennaio 2020 di Mario Ajello
Vincere in Emilia Romagna? Forse, anche se le sensazioni per il Pd sono buone. Ma si è subito aperto un altro fronte per i dem e riguarda la Campania dove si voterà in primavera. Un particolare piccolo ma significativo sta nell’attivo a sorpresa dell’attuale governatore campano Vincenzo De Luca nel ritiro spirituale di Zingaretti e dei suoi nell’abbazia di Contigliano vicino a Rieti. “Ha fatto un vero e proprio blitz De Luca”, dicono i presenti, “e pareva allarmato”. Perché? Perché il grande amore tra Pd e M5S porterebbe naturalmente alla scelta di un candidato per la presidenza della Campania che non è certo il già investito De Luca. Il quale è la bestia nera di M5S, che lui disprezza, ampiamente ricambiato. Il problema per De Luca e che in Campania i dem e i grillini hanno due figure perfette per rappresentare la nuova passione rosso-gialla. Una è il ministro dell’ambiente, Costa. L’altro è il neo ministro dell’Università, e ex rettore dell’ateneo di Napoli, Manfredi. Avrà il coraggio il Pd, e qualcuno nel partito vorrebbe, a fare lo sgarbo a don Vincenzo? © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Botte per buttare i sacchetti e le dispute rabbiose sul web

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma