Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Berlusconi, non sapremo mai se furono violati i diritti umani

Berlusconi, non sapremo mai se furono violati i diritti umani
di Valentina Errante
1 Minuto di Lettura
Martedì 27 Novembre 2018, 13:16
Non sapremo mai se l'applicazione della legge Severino nei confronti di Silvio Berlusconi, decaduto da senatore nel 2013, sia stato un caso di violazione dei diritti umani. Il Cavaliere, dichiarato anche incandidabile, non aveva potuto correre neppure alle elezioni successive, incluse quelle dello scorso marzo. La corte di Strasburgo ha archiviato il ricorso senza sentenza, come aveva richiesto lo stesso ex premier lo scorso luglio, dal momento che intanto aveva ottenuto la riabilitazione. La breve decisione della Grande Chambre chiude quindi il caso precisando che "Non ci sono le condizioni per continuare il procedimento" e che non c'è "Nessuna cicostanza che riguardi i diritti umani".

Berlusconi non candidabile, Strasburgo chiude il caso senza emettere sentenza
© RIPRODUZIONE RISERVATA