Vittorio Cecchi Gori ricoverato per una polmonite: «Mi danno l'ossigeno, ma non è Covid»

L'ex senatore aveva sofferto una insufficienza respiratoria

Vittorio Cecchi Gori ricoverato d'urgenza per complicazioni dovute al Covid: ore di paura, adesso sta meglio
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 26 Gennaio 2022, 10:43 - Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio, 09:37

Vittorio Cecchi Gori è stato ricoverato al policlinico Gemelli di Roma per complicanze polmonari dovute al Covid. Dopo ore di paura, l'ex senatore e presidente della Fiorentina (79 anni) adesso non desterebbe particolari preoccupazioni. «Ho solo una polmonite, niente Covid che in realtà ho già avuto e ne sono guarito - le sue parole dall'ospedale -. Sono sereno: il fatto è che a 80 anni ci si indebolisce, mi danno l'ossigeno, ma niente Covid».

A dare la notizia era stato il medico di fiducia Antonio De Luca: «Si tratta di una complicazione dovuta sicuramente al Covid, da cui è guarito. Ora è negativo, ma è stato necessario un ricovero d’urgenza. È sotto osservazione. Ha avuto il Covid, nonostante le tre dosi di vaccino. Nei giorni scorsi ha avuto un’improvvisa insufficienza respiratoria», aveva detto. Cecchi Gori è da tempo agli arresti domiciliari dopo la condanna a otto anni per bancarotta fraudolenta. Stava scontando il regime di domiciliari nella sua casa al quartiere Parioli di Roma, quando si è sentito male.

 

Rita Rusic a Verissimo: «Cecchi Gori era diventato aggressivo, divorzio a "zero euro"»

© RIPRODUZIONE RISERVATA