CORONAVIRUS

Jesolo, assembramenti al Muretto: il Comune valuta i provvedimenti. La discoteca rischia la sospensione della licenza Video

Giovedì 13 Agosto 2020 di Marco Corazza
Jesolo, assembramenti al Muretto: il Comune valuta i provvedimenti. La discoteca rischia la sospensione della licenza

JESOLO - A seguito di una comunicazione pervenuta dalla Prefettura di Venezia nella mattinata di oggi, l’amministrazione ha dato avvio alla procedura per la valutazione dei provvedimenti a carico della discoteca "Il Muretto”, in base alle violazioni accertate dalle forze di polizia

Muretto di Jesolo, nuovo blitz. Ressa e irregolarità: ora rischia lo stop

 

Muretto a Jesolo, allarme assembramenti

Il Comune di Jesolo ha dato avvio alla procedura di verifica delle violazioni contestate alla discoteca Muretto dalle forze di polizia statale per l’attuazione di provvedimenti a carico dei titolari. Il procedimento fa seguito ad una comunicazione ufficiale pervenuta nella mattinata di oggi dalla Prefettura di Venezia che ha invitato l’amministrazione comunale a valutare adeguati provvedimenti nei confronti della discoteca dopo le ultime verifiche di questi giorni e delle violazioni accertate alle norme sul contenimento di COVID-19. 

L’avvio della procedura vedrà la disamina dei verbali emessi dalle autorità e delle osservazioni che saranno presentate dagli stessi titolari dell’attività e, sulla base dei risultati, l’amministrazione deciderà i provvedimenti che potrebbero comprendere la sospensione della licenza per l’attività di pubblico spettacolo

«Sulla base della richiesta pervenuta dalla Prefettura, saranno fatti tutti gli accertamenti del caso e deciso poi come procedere nei confronti del Muretto. La storia che sta coinvolgendo la discoteca di Jesolo mi spinge, ancora una volta, a ribadire quanto dichiarato in tutte queste settimane. - spiega il sindaco della città di Jesolo -. O si dice che questa tipologia di attività non è compatibile con le norme poste in essere per il contenimento di COVID-19 e quindi vanno chiuse, ma non solo a Jesolo o non solo una, ma tutte le discoteche in tutta Italia o le si lascia lavorare, comprendendo che tutti fanno il massimo per garantire la sicurezza e il rispetto delle disposizioni ma che alcuni rischi ci possono essere. Sono stanco delle ipocrisie».
 

Ultimo aggiornamento: 14 Agosto, 09:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA