Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ladri scatenati a Parco Rocca, spunta un cartello: «Segnalo furti, state attenti»

Il cartello appeso su un palo della luce vicino al Castello di Conegliano per segnalare dei furti
di Chiara Dall'Armellina
4 Minuti di Lettura
Lunedì 7 Febbraio 2022, 06:00 - Ultimo aggiornamento: 07:13

CONEGLIANO - Continua la raffica di furti che sta mettendo a dura prova i residenti di Parco Rocca, quartiere signorile che si estende in zona centrale a ovest del Castello, presi di mira da qualche settimana dai ladri. Sabato sera verso le 20.30, quando i residenti di un’abitazione affacciata su viale Gorizia (la strada principale che attraversa il quartiere) sono tornati a casa, hanno trovato tutto sottosopra. I malviventi sono entrati da una finestra che, rispetto alle altre, è in una posizione appartata e hanno rovistando ovunque.


ALLARME DISATTIVATO

«Stiamo eseguendo alcuni lavori, per cui l’allarme non era attivato e quando siamo rientrati dopo essere stati via nella notte tra venerdì e sabato, abbiamo trovato un disastro – racconta il proprietario – Si sono introdotti da una finestra che, tra l’altro, era appena stata installata. L’hanno scardinata e sfondata. Dentro hanno buttato per aria tutto. Evidentemente andavano alla ricerca di oro e soldi, perché non hanno toccato né quadri né libri». Hanno razziato alcune collanine e braccialetti, pochi soldi che c’erano in casa e degli oggetti in argento, valore complessivo un paio un paio di migliaia di euro. Poi da mettere in conto ci sono i danni dello scasso. Il furto è stato denunciato ai carabinieri che hanno suggerito di avvisare i vicini per metterli in allerta.
È l’ennesima irruzione avvenuta nella zona, che i ladri sembra stiano passando al setaccio con una certa regolarità negli ultimi tempi, complice probabilmente anche la mancanza di un sistema di videosorveglianza sistematica.


L’ALLERTA

Sono stati appesi dei cartelli nel quartiere, con la scritta “Segnalo furti in viale Gorizia il 5 febbraio. Attenzione”, in modo da avvisare gli abitanti di quanto sta avvenendo, affinché si tenga alta l’attenzione.
In questo periodo dell’anno pare che i furti si moltiplichino nel Coneglianese, in coincidenza con l’arrivo di molti stranieri nel territorio per i lavori di potatura. In ogni caso sono molte le persone che gravitano per quelle zone e stabilire delle responsabilità senza adeguate indagini non è semplice. Questo ennesimo crimine si aggiunge a una serie di furti che hanno messo sotto attacco il quartiere, alcuni anche piuttosto inquietanti, perché avvenuti con le famiglie in casa. In quest’ultimo caso i proprietari hanno avuto la fortuna di non trovarsi faccia a faccia con i malviventi, anche se probabilmente hanno rischiato. Sembra infatti che, al momento del rientro, in casa non facesse molto freddo, indice probabilmente che la finestra scassinata non era aperta da tante ore. Anche la politica si è mossa la scorsa settimana con l’interpellanza sulla sicurezza e il decoro, presentata da Francesca Di Gaspero, la quale al primo punto ha messo proprio questo tema: “La sottoscritta chiede di sapere quali siano gli interventi che l’amministrazione intende mettere in campo per permettere ai coneglianesi di sentirsi più sicuri nelle proprie abitazioni e per ridare vivibilità a strade e parchi, per la prevenzione della criminalità e per promuovere la cultura e il rispetto della legalità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA