Covid, tutta Europa blindata (con l'eccezione Gran Bretagna). A Pasqua nuove restrizioni

Covid, tutta Europa blindata (con l'eccezione Gran Bretagna). A Pasqua nuove restrizioni
4 Minuti di Lettura
Sabato 27 Marzo 2021, 19:32 - Ultimo aggiornamento: 28 Marzo, 09:22

Dopo oltre un anno dall'inizio della pandemia, quando ci si aspettava di poter tornare a vivere senza troppe restrizioni, l'Europa torna a blindarsi. L'unica in controtendenza è la Gran Bretagna che dal 12 aprile riprenderà gradualmente una progressiva apertura di tutte le attività, grazie al perfetto funzionamento della macchina dei vaccini e ad un duro lockdown di tre mesi. Non c'è respiro invece per gli altri stati europei, che si confermano in zona rossa, continuando a far vivere i cittadini nell'incubo dei divieti anti Covi-19, sempre più stringenti. Dal periodo di Pasqua ci si prepara di fatto ad una lista di nuove limitazioni e chiusure. 

La Germania blocca il super lockdown

Il Paese ha prolungato fino al 18 aprile le misure di sicurezza per il contenimento del virus attualmente in vigore ma ha annullato il super lockdown di Pasqua con tato di scuse della cancelliera Angela Merkel. Si tratta del quinto rinnovo delle restrizioni dallo scorso 16 dicembre. In più, questa volta è stato introdotto l'obbligo di mascherine chirurgiche o FFp2 nei negozi e sui mezzi pubblici. Le scuole, restano di competenza dei Laender. Dal 22 febbraio sono tornati in classe gli studenti fino agli 11-12 anni con didattica a settimane alterne o soltanto qualche ora al giorno. Per gli altri alunni continua la didattica a distanza.

La situazione in Francia

Quasi un terzo della popolazione francese a Parigi e dintorni, è entrato dal 20 marzo in un nuovo lockdown di un mese. Altre tre regioni francesi, compresa la città di Lione, vi sono entrate da ieri, sempre per quattro settimane. Le attività non essenziali sono chiuse, tranne i parrucchieri. Si può fare attività sportiva all'aperto entro 10 km da casa ma non si può viaggiare all'interno del Paese senza un motivo valido. Le scuole sono ancora aperte. Resta in vigore il coprifuoco nazionale dalle 19 alle 6.

In Spagna coprifuoco fino a maggio

Anche qui prorogato fino a maggio il coprifuoco dalle 23 alle 6. Nel resto della giornata si può uscire solo per andare al lavoro, a scuola, per acquistare medicine o per prendersi cura di anziani e bambini. Chiunque abbia più di sei anni ha l'obbligo di mascherina sui mezzi e gli spazi chiusi pubblici. In alcune regioni anche all'aperto.

In Belgio e Olanda si chiede ai cittadini di non prenotare le vacnaze

Il Belgio ha prorogato il lockdown fino al primo aprile e vietato tutti i viaggi non essenziali. Si può ricevere in casa solo una persona, sempre la stessa, e all'aperto resta il limite di quattro. I negozi sono aperti ma si può entrare da soli e per un massimo di 30 minuti. In Olanda il lockdown è stato esteso fino al 20 aprile. Anche il coprifuoco è stato prorogato, ma dal 31 marzo inizierà un'ora dopo, dalle 22 alle 4.30. Il governo ha chiesto ai cittadini di non prenotare le vacanze all'estero almeno fino alla metà di maggio. Gli alunni delle secondarie possono andare a scuola un giorno alla settimana e dal 26 aprile anche gli studenti universitari potranno frequentare almeno un giorno. Bar e ristoranti rimangono chiusi, insieme ai negozi non essenziali. Vietati i raduni di più di due persone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA