Quarantena negli Stati Uniti, il Cdc riduce l'isolamento dei positivi asintomatici da 10 a 5 giorni: «Non possiamo bloccare il Paese»

Quarantena negli Stati Uniti, il Cdc riduce l'isolamento dei positivi asintomatici a 5 giorni
2 Minuti di Lettura
Lunedì 27 Dicembre 2021, 23:01 - Ultimo aggiornamento: 29 Dicembre, 08:09

Il Centers for Disease Control and Prevention riduce da 10 a 5 giorni l'isolamento per coloro che sono positivi al Covid e asintomatici. «Il cambio è motivato dal fatto che la scienza ci dice che la trasmissione avviene nei due giorni prima dei sintomi e nei 2-3 giorni successivi», afferma il Cdc, raccomandando di far seguire ai cinque giorni di isolamento altri cinque in cui si indossa la mascherina quando si è vicino ad altre persone. Allo stesso modo il Cdc ha ridotto il tempo necessario per la quarantena dei contatti stretti.

Isolamento positivi ridotto negli Usa

La decisione è stata guidata dal recente aumento dei casi di Covid-19 spinto dalla variante Omicron. I primi studio suggeriscono che Omicron possa causare malattie più lievi rispetto alle versioni precedenti del coronavirus. Ma - secondo quanto affermano gli esperti - l'enorme numero di persone che vengono infettate, e quindi che devono isolarsi o mettersi in quarantena, minaccia di schiacciare la capacità di ospedali, compagnie aeree e altre aziende di rimanere aperti.

«Molti casi saranno asintomatici»

«I casi aumenteranno molto nei prossimi giorni e non tutti saranno gravi. In effetti molti saranno asintomatici», ha detto all'Associated Press direttore del Cdc Rochelle Walensky. «Vogliamo assicurarci che ci sia un meccanismo attraverso il quale possiamo continuare a far funzionare in sicurezza la società mentre seguiamo la scienza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA