Terza ondata Covid in Gran Bretagna, il premier Boris Johnson: «È un rischio concreto»

Covid, il premier britannico Boris Johnson: «Dobbiamo stare attenti alla terza ondata»
2 Minuti di Lettura

La pandemia non è finita e il rischio di una terza ondata di Covid, in Gran Bretagna, è concreto. Lo ha annunciato oggi il primo ministro Boris JohnsonIl Paese, ha sottolineato Johnson, deve essere consapevole della prospettiva concreta di «una terza ondata», di ritorno dall'Europa continentale. Molto probabilmente, inoltre, si tratterà di contagi alimentati dalle varianti del virus«Dobbiamo stare molto in guardia per una potenziale nuova ondata - così il primo ministro durante il punto stampa a Downing Street - Abbiamo già misure molto severe ai nostri confini», ha concluso Johnson.

Coronavirus, nuova ondata «tra fine estate e autunno». Capo statistiche gela la Gran Bretagna

La campagna vaccinale

Il primo ministro britannico, a Downing Street, ha insistito sulla stretta adottata ai confini, restando molto cauto sui tempi di ripresa dei viaggi internazionali. Il premier ha poi insistito su vaccini, confermando l'obiettivo di arrivare a poter «offrire una prima dose» a tutti gli adulti over 18 nel Regno Unito entro il 31 luglio. Mentre i consulenti Chris Whitty e Patrick Vallance hanno sottolineato anche la possibile necessità di ulteriori vaccinazioni in autunno tarate sulle varianti del coronavirus.

 

Martedì 23 Marzo 2021, 19:24 - Ultimo aggiornamento: 24 Marzo, 06:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA