DONNE

Violenza sulle donne, in parrocchia i corsi di difesa personale

Mercoledì 12 Giugno 2019
Un corso di autodifesa
In tempi in cui la violenza sulle donne ha raggiunto livelli mai toccati prima e in cui è aperto il dibattito sulla necessità di garantire massima sicurezza alle vittime, c'è chi ha deciso di organizzarsi in maniera autonoma. A Torre Annunziata (Napoli) si è infatti concluso, con la cerimonia di consegna degli attestati di fine corso, il primo ciclo di lezioni di introduzione alla difesa personale femminile organizzato nell'ambito del «Progetto Donna», che a breve vedrà anche l'attivazione di una linea telefonica gratuita per il supporto legale alle donne vittime di violenza.

Il particolare è che, ad organizzare i corsi, siano state realtà legate al mondo della Chiesa: promotori dell'iniziativa, aperta al pubblico in maniera totalmente gratuita, sono infatti state l'Arciconfraternita dei Santi Agostino e Monica, l'Arciconfraternita del Santissimo Sacramento e la Pro Loco Oplonti Marina del Sole. Venticinque le donne «diplomate»che da febbraio a tutto maggio hanno seguito le lezioni tenute da Giovanni Taranto, cintura nera settimo Dan dell'unione taekwondo e arti marziali, e Song Moo Kwan Italia, del settore nazione Acsi/Coni.

Gli allenamenti invece si sono svolti nelle sale della parrocchia dell'Immacolata Concezione. Coinvolte una trentina tra ragazze e donne di ogni età, casalinghe, professioniste, studentesse e pensionate che si sono cimentate con i principi dell'autodifesa, apprendendo non solo le tecniche pratiche di self-defense, ma anche le norme di prevenzione per fronteggiare situazioni critiche, i "trucchi" per garantirsi la migliore sicurezza possibile anche in circostanze preoccupanti. Durante gli allenamenti è stato spiegato l'impiego di molti oggetti di uso quotidiano come strumenti di difesa improvvisati (dal semplice contenuto della borsa all'ombrello, a molti altri) ed è stata inoltre illustrata una vasta gamma di strumenti per la protezione personale e attualmente di uso legale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA