CORONAVIRUS

Covid, i contagi raddoppiano, sono 22: Aprilia, Formia e Latina le più colpite

Mercoledì 16 Settembre 2020
Si è alzato in maniera preoccupante oggi il numero dei contagi in provincia di Latina, la Asl nel bollettino quotidiano registra 22 nuovi contagiati, il doppio di ieri, la maggior parte per fortuna non richiede cure ospedaliere, sono infatti 18 le persone che vengono trattati a domicilio e sono così distribuite: Aprilia (7), Formia (5), Gaeta (3), Latina (5), Sabaudia (1) e Sezze(1). C'è anche un caso che è stato notificato da un'altra Asl di una persona domiciliata a Minturno. Non si registrano nuovi decessi.

Il Covid non si ferma, ancora 11 positivi in provincia di Latina

Per quanto riguarda i cinque casi di Aprilia è in fase di ricostruzione il link epidemiologico, solo in un caso infatti è conosciuto, mentre i 5 casi di Formia sono probabilmente collegati all'azienda di prodotti ittici Purificato, così come due dei tre casi di Gaeta. Dei tre casi che si contano nel Capoluogo due riguardano persone rientrate dalle Romania.

Covid, tre casi a Gaeta al reparto pescheria di Come il Mare: il link è quello di Formia

Il numero totale di contagi è 954, deceduti 37 e guariti 573, attualmente i positivi sono 344, di cui 292 trattati a domicilio. La situazione, come sottolinea la Asl, richiede massima attenzione, viene raccomandato di osservare tutte le norme che consentono di arginare la diffusione del contagio e che ormai dovremmo conoscere a memoria: distanziamento, mascherina, lavaggio delle mani. L'azienda sanitaria ancora una volta si rivolge in particolare ai più giovani, esortandoli a mantenere alta l'attenzione al fine di evitare ulteriori ondate di diffusione del Covid-19 e conseguenti provvedimenti, di non abbassare il livello di attenzione nel contrasto alla pandemia, rispettando rigorosamente le vigenti prescrizioni in ordine al divieto di assembramento, alla mobilità delle persone, al frequente e corretto lavaggio delle mani, all’utilizzo delle mascherine e al rispetto delle distanze minime di sicurezza. Ultimo aggiornamento: 16:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA