Astrazeneca, gravissima donna a Lucca dopo prima dose: Irene in rianimazione per emorragia cerebrale

Astrazeneca, gravissima donna a Lucca: Irene aveva fatto la prima dose sette giorni prima
2 Minuti di Lettura
Domenica 6 Giugno 2021, 11:33 - Ultimo aggiornamento: 13:13

Una donna di 42 anni di Lucca, Irene Cervelli, è ricoverata in condizioni gravissime nella terapia intensiva dell'ospedale Cisanello a Pisa dopo essere stata colpita da un ictus giovedì scorso. Una settimana prima, il 26 maggio, la 42enne era stata vaccinata con la prima dose di AstraZeneca: le era stata somministrata in occasione di un open day vaccinale a Lucca. È quanto riporta oggi La Nazione spiegando che i genitori della 42enne hanno deciso di chiedere copia della cartella clinica all'ospedale e di presentare un esposto ai carabinieri per capire se esista una correlazione fra vaccinazione e malore.

Michele Merlo, come sta il cantante di Amici colpito da emorragia. L'ultimo post: «Mi esplode la gola e la testa dal male»

Ottimista e propositiva verso la scienza e verso i vaccini. Questa è Irene, che dalle sue bacheche social incita le persone a fare il vaccino perchè unico modo per uscire da questa situazione. «Io mi fido della scienza e di chi studia da un anno su una cosa che nessuno si sarebbe mai immaginato... Aspetto il mio turno, sperando sia il prima possibile». È arrivato il 26 maggio il suo turno. 

La donna non aveva patologie pregresse e viene descritta come sempre in forma e molto attiva. La 42enne - che in occasione dell'open day era stata anche intervistata dalla Nazione raccontando la sua soddisfazione per essere riuscita a ottenere una dose, pur costretta a svegliarsi all'alba -, in seguito al malore del 3 giugno ha subito due interventi chirurgici: un primo, spiega sempre il quotidiano, di oltre cinque ore per ridurre i danni di una vasta emorragia cerebrale, a cui è seguita un'altra operazione per una seconda emorragia che l'ha colpita. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA