Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Sicilia, sms per conoscere i propri consumi energetici: ecco come diventare consumatori consapevoli

Un algoritmo, frutto dell'intelligenza artificiale, avverte se si sta utilizzando troppa energia elettrica. Un'opportunità in questo periodo di profonda incertezza che vale per gli utenti ma anche per le società erogatrici

Sicilia, sms per conoscere i propri consumi energetici: ecco come diventare consumatori consapevoli
4 Minuti di Lettura
Martedì 2 Agosto 2022, 18:04

Alzi la mano chi, avendo ricevuto una bolletta dell'energia elettrica salata, ha letto la specifica e capito dove è nato il problema. Pochi lo faranno perché le fatture, inviate nelle nostre case, risultano spesso illeggibili a un occhio poco esperto o comunque scarsamente attento: «Adesso questa fatica spesso improduttiva -spiega Massimo Franco Galioto, fondatore di Madonie Luce- è superabile grazie agli algoritmi di un sistema basato sull'intelligenza artifciale».

Un sistema che nasce nel cuore della Sicilia e che, unico caso in Italia, permette agli utenti di sapere con netto anticipo, nel corso del bimestre, l'andamento dei propri consumi: «La procedura prevede -continua Galioto- l'invio di un sms sul cellulare che, nell'ambito di un determinato cluster, informa il consumo relativo a quel bimestre è superiore o meno alla media del cluster stesso».

Una novità che, alla fine, permette all'utente di aggiustare il tiro nel corso dei restanti giorni e produce risparmio energetico anche per le società erogatrici: «Quando arriva una bolletta che non ti aspetti -dice ancora Galioto- accusi come responsabile chi il servizio te lo ha fornito ma si tratta solo di una sensazione sbagliata. Ma, nonostante questo, il 40% degli utenti, davanti a un costo ritenuto eccessivo, provano a rivolgersi ad altri. Il 25% si limita a lamentarsi, il 20% tenta di risparmiare e solo il restante 15% capisce la situazione. Questo vuol dire che se si sposta l'attenzione del consumo effettuato sui propri comportamenti spesso sbagliati, quel 40% verrebbe decisamente abbattuto con un vantaggio importante per le aziende, le quali non guadagnano sull'energia di cui l'utente usufruisce ma sugli oneri accessori. Il che significa che limitare i cambi di casacca è per le società erogatrici un affare non da poco».

Bollette, rincari del 100%. I conti dei morosi a carico delle famiglie, allarme Arera sulle tariffe di ottobre

Favorire un consumo intelligente

Ma gli effetti si moltiplicano. Un consumo intelligente, questo è del resto il nome del sistema messo a punto da Galioto, riduce i consumi e, in questo tempo di guerra, si tratta di un'opportunità non soltanto di natura ambientale: «La riduzione del consumo -afferma Galioto- è frutto di un meccanismo psicologico. Se io, grazie al messaggino che mi arriva so di aver consumato più degli altri utenti del cluster sono spinto a comportarmi in maniera più razionale. Come? Seguendo i classici consigli: azionare le lavatrici nelle ore notturne e magari riempirle al massimo, scollegare i dispositivi quando non si utilizzano, spegnere sempre la luce quando non serve averla. In più, in molti casi, l'alert sul consumo energetico ha permesso di scovare anomalie o, più in generale, una dispersione di cui non si aveva contezza».

Decreto aiuti, più fondi per siccità e autotrasporti. In arrivo 200 milioni per l’agricoltura, 150 andranno per i carburanti

Consumo intelligente, dunque, permette di razionalizzare l'utilizzo dell'energia elettrica in un Paese dove, ogni anno, se ne registra un uso di circa 3000 kilowattora: «Il cliente -conclude Galioto- deve avere coscienza del proprio stile di vita. Un aspetto, questo, che, nella vita, vale in generale ma che nel nostro settore ha forse un valore in più. La pandemia, la guerra, i prezzi alle stelle e l'incertezza sul futuro possono essere, diciamo così, limitati se ognuno fa la sua parte. Il sistema che abbiamo messo a punto qui in Sicilia dà questo, la consapevolezza e quindi la possibilità di guardare al domani in maniera, se possibile, più serena. Perché fa comprendere che la storia, nel nostro piccolo, passa anche attraverso gesti quotidiani che, troppo spesso, sottovalutiamo Sbagliando».

Enel: utile semestre poco sotto 1,7 miliardi, investimenti +22%

© RIPRODUZIONE RISERVATA