ROMA

Operazione “Alto impatto” della Polizia ferroviaria: controlli intensificati nelle maggiori stazioni

Venerdì 20 Settembre 2019
Operazione “Alto impatto” della Polizia ferroviaria: controlli intensificati nelle maggiori stazioni
Stazioni più sicure grazie all'operazione "Alto impato" della Polizia ferroviaria. Solo nell'ultima settimana sono stati 22 gli arrestati, 215 gli indagati, oltre 37mila gli identificati e 186 le sanzioni elevate nelle maggiori stazioni italiane, tra cui Milano Centrale, Roma Termini, Bologna Centrale, Firenze S.M.N., Napoli Centrale, Torino Porta Nuova, Genova Principe, Venezia Mestre, Verona Porta Nuova, Ancona Centrale, Cagliari, Bari Centrale, Palermo Centrale, Reggio Calabria Centrale, Trieste Centrale. Per vigilare un numero così ampio di stazioni sono state impiegate oltre 3700 pattuglie mentre 967 erano a bordo dei treni 

Le attività di controllo straordinarie si sono svolte con il supporto anche di unità cinofile, Unità operative di Pronto intervento, specificamente addestrate per la prevenzione di atti di terrorismo o azioni di natura violenta, Reparti Prevenzione Crimine e Reparti Mobili. Le pattuglie si sono avvalse anche degli smartphone per il controllo in tempo reale dei documenti, e di metal detector per l'ispezione di bagagli sospetti. Le ispezioni sono state estese anche ai depositi bagagli.

In particolare, a Roma Termini una pattuglia del settore operativo, insieme a un equipaggio delle volanti della Questura di Roma, ha arrestato un trentasettenne algerino per tentata rapina in concorso con una persona rimasta ignota. Lo straniero bloccato da una guardia giurata, poco prima aveva aggredito e minacciato il bigliettaio di una ditta di trasporto urbano cercando di rubargli la borsa contenente l'incasso. Nella stazione di Genova Brignole un nigeriano, risultato irregolare sul territorio nazionale, è stato arrestato dagli operatori Polfer perchè nei suoi bagagli sono stati trovati cinque chili di sostanza stupefacente del tipo «cannabis». A Napoli Centrale arrestata una banda di borseggiatori professionisti, tre uomini e una donna, già noti alle Forze dell'Ordine. I poliziotti li hanno arrestati sull'autobus mentre stavano sfilando il portafogli alla vittima, contenente 600 euro circa. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma