Muore a 44 anni nel bagno di casa: ingegnere era in isolamento per Covid. I vicini: «Lo sentivamo tossire»

Colpito da un malore, l'uomo non è riuscito a chiamare i soccorsi

Muore a 44 anni nel bagno di casa: ingegnere era in isolamento per Covid. I vicini: «Lo sentivamo tossire»
2 Minuti di Lettura
Giovedì 20 Gennaio 2022, 07:29 - Ultimo aggiornamento: 21 Gennaio, 09:40

Era nell'appartamento di Ancona in isolamento per il Covid e quando il malore l'ha colpito non ha fatto in tempo a dare l'allarme. E non c'era nessuno che potesse aiutarlo. Nulla da fare per un 44enne di Termoli (Campobasso), ingegnere dipendente di Anconambiente, trovato senza vita nell’appartamento di corso Carlo Alberto in cui viveva da solo.

Non rispondeva al telefono da martedì e i colleghi e i familiari si sono preoccupati. Ieri pomeriggio, attorno alle 15, il suo corpo è stato scoperto riverso a terra, sul pavimento del bagno. Vigili del fuoco e polizia, insieme, hanno forzato la porta dell’abitazione su richiesta delle autorità sanitarie e del 118. Il medico ha potuto soltanto constatare il decesso. La certezza: l’ingegnere molisano, la cui famiglia è molto conosciuta a Termoli, aveva contratto il virus qualche giorno fa e si trovava in isolamento domiciliare nell'appartamento che usava come "appoggio" ad Ancona. 

 

Le sue condizioni erano peggiorate, un’ipotesi confermata dai vicini che lo sentivano tossire forte. Il possibile collegamento tra l’infezione e il decesso sarà tuttavia da accertare con l’autopsia che la magistratura marchigiana disporrà nelle prossime ore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA