Miriana Trevisan rinviata a giudizio, accusò il produttore Caroletti di molestie sul set

Giovedì 11 Ottobre 2018

Miriana Trevisan rinviata a giudizio per diffamazione ai danni del produttore Massimiliano Caroletti. Lo ha deciso il gip di Roma: la vicenda è legata ad una intervista che Trevisan rilasciò ad un settimanale nella quale, parlando delle molestie nel mondo dello spettacolo, raccontò di avere respinto le avances del produttore esecutivo nelle fasi di preparazione del film «Bastardi» del 2006.

LEGGI ANCHE Molestie, Tornatore parla in tv delle accuse di Miriana Trevisan: «Scopri di essere un mostro, ho la coscienza a posto»

In risposta ai rifiuti, a detta dell'attrice, fu ridimensionato il suo ruolo nel film con il taglio di molte scene. Caroletti, alla luce di queste affermazioni, presentò una denuncia in Procura. Il gip ha accolto le richieste del pm Roberto Felici fissando il processo al prossimo 12 marzo. 
 


 

Ultimo aggiornamento: 12 Ottobre, 10:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Quelle prime uscite dei figli e i genitori fantasmi della notte

di Raffaella Troili