COPRIFUOCO

Coprifuco Milano, in monopattino di notte con la cocaina nascosta nella mascherina: arrestato 44enne

Sabato 24 Ottobre 2020

Alla faccia del coprifuoco. Va in giro in monopattino dopo la mezzanotte a Milano con cocaina da spacciare nascosta nella mascherina. Per il 44enne pusher italiano è scattato l'arresto.

Era passata ormai la mezzanotte quando gli agenti di Polizia della squadra investigativa del commissariato Quarto Oggiaro, dopo un'attività di indagine sul territorio, hanno bloccato in via Tina di Lorenzo il 44enne che, a bordo di un monopattino, alla vista dei poliziotti, ha cercato di scappare percorrendo diverse strade in controsenso e accedendo in aree pedonali non percorribili dalla vettura di servizio perchè delimitate da dissuasori fissi.

Coprifuoco a Milano, i controlli tra locali chiusi e strade deserte

Una volta fermato, alla richiesta dei poliziotti di fornire una giusta motivazione per non aver rispettato l'ordinanza sul coprifuoco, l'uomo, molto nervoso per il controllo, ha riferito di essere alla ricerca di un distributore automatico di sigarette. I poliziotti, insospettiti dal fatto che dal luogo della sua abitazione al luogo del controllo l'uomo avesse già superato due tabaccai con servizio attivo di vendita automatica, lo hanno perquisito trovandolo in possesso di sei involucri di cocaina nascosti nella mascherina che indossava e 140 euro in contanti nei pantaloni.

Covid Milano, Massimo Galli: «L'infezione dilaga, iniziative in ritardo: andavano attuate due settimane fa»

A seguito di perquisizione domiciliare, effettuata con l'ausilio dell'unità cinofila dell'Ufficio prevenzione Generale della Questura, sono state rinvenute e sequestrate, nei montanti delle porte di casa, altre 10 dosi di cocaina per un totale di 4,2 grammi e 0,6 grammi di hashish. L'uomo, infine, è stato sanzionato per l'inosservanza alle norme anti-Covid19.

Ultimo aggiornamento: 10:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA