Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Marco Bevilacqua, sottrae la pistola a una guardia giurata e spara a 4 giovani davanti a un bar: due sono gravi. A 20 anni aveva ucciso il suocero

Si indaga per accertare i motivi del gesto, che secondo una prima ipotesi sarebbe collegato a una lite

Napoli, sottrae la pistola a una guardia giurata e spara a 4 giovani davanti a un bar: due sono gravi
3 Minuti di Lettura
Domenica 29 Maggio 2022, 09:49 - Ultimo aggiornamento: 17:36

Ruba la pistola a una guardia giurata e la usa per esplodere diversi colpi contro alcuni ragazzi davanti a un bar. E successo poco prima di mezzanotte a Qualiano, in provincia di Napoli. L'autore del gesto è stato identificato e arrestato, mentre i quattro giovani feriti sono finiti in ospedale, due dei quali in gravi condizioni. 

Napoli, spara a 4 ragazzi davanti al bar

Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri, Marco Bevilacqua, 37enne di Torre Annunziata (Napoli) già noto alle forze dell'ordine, con la minaccia di un coltello ha rubato la pistola a un vigilante, poi in sella a una bici elettrica ha esploso diversi colpi d'arma da fuoco contro alcuni ragazzi in sosta davanti a un bar in via Rosselli di Qualiano. Ne ha colpiti 4: due sono ricoverati in prognosi riservata e in pericolo di vita, uno è stato dimesso e l'altro ha subito un intervento chirurgico e rimane in osservazione. 

I carabinieri della sezione operativa di Giugliano, insieme a quelli della stazione di Qualiano, sono riusciti in poche ore a identificare l'uomo che avrebbe premuto il grilletto e lo hanno rintracciato questa mattina intorno alle 6.30. Continuano le indagini per chiarire dinamica e motivazioni.

 

Due ragazzi in fin di vita

Sono ricoverati in prognosi riservata e rischiano la vita, due dei quattro ragazzi feriti ieri sera, poco prima della mezzanotte davanti a un bar di Qualiano (Napoli) dai colpi di pistola esplosi da un 37enne che poco prima aveva rubato l'arma a una guardia giurata. Entrambi hanno 18 anni e sono originari di Mugnano. Un terzo 18enne è stato dimesso dall'ospedale, mentre un 19enne (compirà 20 anni a luglio) è stato operato ed è rimasto in osservazione. L'uomo che ha esploso i colpi di arma da fuoco, Marco Bevilacqua, 37enne di Torre Annunziata già noto alle forze dell'ordine, è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto per tentato omicidio plurimo, porto di arma comune da sparo e rapina aggravata emesso dalla Procura di Napoli Nord, con sede ad Aversa (Caserta) ma competente sul territorio di Qualiano. Sul posto, in via Fratelli Rosselli, i Carabinieri intervenuti hanno trovato 6 bossoli calibro 9x21. Proseguono le indagini dei militari per far luce sul movente.

A 20 anni aveva ucciso il suocero

Marco Bevilacqua a 20 anni fu arrestato per l'omicidio del suocero, avvenuto il 24 gennaio di quell'anno a Scafati (Salerno) al culmine di una lite. Nel 2008 la Corte d'Assise d'Appello di Salerno, confermando la condanna di primo grado, stabilì che dovesse scontare 14 anni e 4 mesi di reclusione. La condanna divenne irrevocabile l'anno dopo. Bevilacqua ha trascorso alcuni anni in carcere ed è poi tornato in libertà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA