Incendio in spiaggia in Sardegna: evacuati hotel e campeggi, chiuse le strade

Lunedì 15 Luglio 2019
Incendio in spiaggia in Sardegna: evacuati hotel e campeggi, chiuse le strade

Ancora un incendio in Sardegna, con strade chiuse, spiaggia, hotel e campeggi evacuati: le fiamme divampate a Cea, in Ogliastra, hanno raggiunto rapidamente anche l'hotel Baia di Cea, sulla collinetta retrostante la spiaggia, non lontano dai due campeggi che sono già stati fatti evacuare. Anche in questo caso i 40 ospiti del resort sono stati fatti allontanare a piedi verso la spiaggia: impossibile transitare tra le strette vie circostanti. All'interno dell'hotel c'è anche un bombolone di gas, che ora gli uomini della Protezione civile stanno cercando di mettere in sicurezza.

Incendi in spiaggia in Sardegna, case e camping evacuati. Corpo carbonizzato a Gallipoli

Artico è in fiamme, oltre 100 incendi: «Evento senza precedenti»
 


«Qui perdo il lavoro di una vita. Ma quando arriva il Canadair?». Sono le poche parole della proprietaria dell' hotel Baia di Cea, raccolte dall'ANSA nei momenti concitati in cui dava indicazione alle squadre a terra per raggiungere il bombolone di gpl prima che le fiamme lo potessero intaccare. Il fuoco sta distruggendo la macchia mediterranea attorno alle strutture turistiche evacuate.

«Oltre all'hotel e ai campeggi abbiamo dovuto evacuare anche la spiaggia di Cea». Lo dice il sindaco di Bari Sardo, Ivan Mameli, che sta coordinando le operazioni di soccorso per l'incendio che si è sviluppato nuovamente in Ogliastra, non lontano dal rogo che sabato ha distrutto 800 ettari a Tortolì. «L' hotel è stato coraggiosamente salvato dalle fiamme alte anche 10 metri che hanno lambito la struttura - spiega - pare che l'incendio sia partito da un focolaio ancora attivo da ieri».

Sul posto stanno operando due Canadair, il Super Puma e gli elicotteri della flotta regionale e mi pare, dal nostro punto di osservazione, che i velivoli stiano avendo la meglio sulle fiamme, nonostante il forte vento». Lo dice il sindaco di Tortolì, Massimo Cannas, che sta coordinando le attività a terra da un promontorio sopra la Marina di Cea, dove si è diretto un rogo scoppiato nelle campagne circostanti e per il quale sono stati fatti evacuare un hotel, due camping e una colonia estiva. «Stiamo facendo il monitoraggio della situazione con la protezione civile e liberando le strade per il transito dei mezzi di soccorso - aggiunge - speriamo che le fiamme vengano spente in fretta».

Ultimo aggiornamento: 20:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’asse Ficcardi–Cacciatore, la coppia che punta l’indice

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma